I Carabinieri piangono la scomparsa del maresciallo Francesco Indelicato Il ricordo dei suoi comandanti di Compagnia

SUSA – Un lutto struggente, si è spento domenica pomeriggio il maresciallo dei Carabinieri Francesco Indelicato. Era malato da tempo e la sua scomparsa, a soli 49 anni, ha destato profondo cordoglio in tutta la Valle.

Messaggi di cordoglio sono arrivati da tutti i colleghi e dai suoi due ex comandanti di Compagnia. Il maggiore Stefano Mazzanti: “Oggi ci ha lasciato un caro amico ed un bravo carabiniere con il quale ho avuto il piacere e l’onore di lavorare durante il mio passaggio a Susa, con lui ho diviso giorni belli e altri meno che hanno riguardato la mia è la sua vita“. Il capitano Flavio Pieroni, che da poco ha ceduto il comando a Susa: “Stasera è una di quelle sere tristi, in cui si impara a dare il giusto valore alle cose. Ciao Francesco, onorato di aver vissuto insieme a te un importante tratto di strada”.

La brillante carriera di Indelicato

Originario di Catania, si era arruolato nell’Arma nel 1987 e nel 1990 era arrivato in valle di Susa, dove aveva assunto l’incarico di vice comandante della Stazione di Bussoleno, che poi comanderà dal 1998 al 2008, quando sarà chiamato al nucleo operativo di Susa, che lascerà soltanto nel 2017 per il sopraggiungere della malattia. Francesco Indelicato lascia la moglie e due figli; i funerali si svolgeranno martedì 6 marzo alle 15 nella Cattedrale di San Giusto di Susa.