Candiolo, la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro compie 35 anni di attività Uno striscione commemorativo sulla facciata del Palazzo della Giunta in piazza Castello a Torino

Foto Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro

CANDIOLO – Candiolo, la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro compie 35 anni di attività. Oggi, sabato 19 giugno, la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro onlus raggiunge il traguardo dei 35 anni di attività. Per ricordare questo significativo anniversario, il Consiglio regionale del Piemonte ha rinnovato il suo supporto promuovendo l’esposizione di uno striscione commemorativo, sulla facciata del Palazzo della Giunta, in piazza Castello. Un segno per richiamare l’impegno dell’Istituto di Candiolo sul territorio. Inoltre per ringraziare la comunità per il sostegno fornito in questi anni per rendere il cancro una malattia sempre più curabile.

UN ORGOGLIO PER IL PIEMONTE

La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo è un orgoglio per l’intero Piemonte. In questi 35 anni di attività si è trasformata ed evoluta diventando un polo oncologico d’eccellenza a livello internazionale”. Ha commentato Stefano Allasia, presidente del Consiglio regionale. “Una struttura che è stata in grado di integrare la ricerca con la pratica clinica, un punto di riferimento per tutti i centri oncologici. Un grazie  ai ricercatori, medici e operatori sanitari per il lavoro svolto in questi anni, la loro passione e il loro impegno hanno permesso alla Fondazione di raggiungere importanti risultati. Anche durante l’esperienza pandemica di questo anno e mezzo, il centro di Candiolo  ha confermato la sua capacità di fare sistema. Un esempio virtuoso di come un’istituzione privata possa mettersi al servizio per un intero territorio”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.