Crea sito

Calcio in Valsusa: i genitori dei piccoli calciatori insegnano l’educazione? Una mamma racconta la sua esperienza

calcio

VALSUSA – Esperienza nel calcio in Valsusa; i genitori dei piccoli calciatori insegnano l’educazione?Il ruolo di noi adulti è difficile però penso che il ruolo dei nostri bambini lo sia ancora di più.  Nella teoria basterebbero poche parole, semplici e dirette, addirittura potremmo trasmettere i giusti valori ai nostri figli eatleti solo attraverso il nostro esempio. Le parole non sarebbero neanche necessarie. I nostri bambini potrebbero imitare i nostri comportamenti “corretti” e tutto andrebbe alla grande in ogni campo. La famiglia, la scuola, il “campo sportivo”. A volte tuttavia mi chiedo che cosa noi adulti non comprendiamo di queste “mosse” elementari. La premessa fatta per raccontarvi brevemente la mia esperienza di tifosa calcistica! In questi ormai sette anni di tifoseria “sportiva” sui campi di calcio dei miei bambini. Ho assistito a scene assai sconcertanti: genitori tifosi che insultano i giocatori della squadra avversaria; allenatori che non incitano i loro mini calciatori a chiedere scusa dopo avere commesso un fallo; società che pur di portare a casa il risultato inseriscono nella rosa della squadra giocatori di altri gruppi, leggermente più avanti da un punto di vista calcistico.

L’IMPORTANZA DELL’UMILTA’

Poi ho visto situazioni che ci fanno pensare che sicuramente i bambini hanno una natura molto corretta e forse noi adulti dovremmo tirarcene fuori e lasciare a loro il comando del gioco. Bambini che fermano la partita vedendo un giocatore della squadra avversaria a terra. Nonostante non ci sia stato il fischio dell’arbitro. Poi bambini che alzano la mano per avvisare di avere avere commesso un fallo. Quindi bambini che accorrono e si preoccupano per un loro compagno (di qualsiasi squadra) a terra sofferente. E allora, se noi grandi non ci sentiamo in grado di dare un esempio di correttezza, almeno diventiamo un pochino più umili e cerchiamo di lasciare fare a loro. In questo modo lo sport diventerà, fin dalle squadre più giovanili, sportivo, corretto e un modo per divertirsi e stare bene insieme. Colgo l’occasione per ringraziare le due società in cui giocano i nostri due figli. Società sportive impeccabili in cui il risultato non viene mai prima del bene e del divertimento dei nostri piccoli. Non farò nomi, F. e F. sanno a chi mi riferisco. Buon Natale all’insegna dello sport sportivo a tutti. Una tifosa anonima “sempre” dalla parte dei bambini.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!