Bussoleno: una fiaccolata NoTav dopo la carcerazione di Dana Lauriola La donna attivista del Centro Sociale Askatasuna è da ieri nel centro di detenzione di Torino

(foto info.tav)

BUSSOLENO – Si è svolta per le strade di Bussoleno una fiaccolata dopo l’arresto della militante NoTav Dana Lauriola. La donna attivista del Centro Sociale Askatasuna è da ieri nel centro di detenzione di Torino. 38 anni residente in Valsusa, deve scontare una condanna di due anni per i fatti avvenuti nel 2012. Durante una protesta fu bloccato il casello autostradale di Avigliana. Alla donna non sono stati riconosciute pene alternative al carcere. Il Movimento NoTav ha così manifestato “in segno di solidarietà a Dana e Stefano, contro gli abusi di potere, la militarizzazione e la persecuzione del dissenso che in questi giorni hanno colpito il movimento“. Una fiaccolata che ha visto la partecipazione di decine di persone.

A BUSSOLENO

Il Movimento NoTav spiega le motivazioni della fiaccolata in un comunicato. “Molti e molte NoTav hanno voluto prendere voce dal microfono per salutare Dana e Stefano o per sottolineare l’assurdità di quanto successo, o ancora per proporre riflessioni e punti di vista. Dagli amministratori della valle che hanno messo in luce quanto sia assurdo che un intero territorio sia criminalizzato soltanto perchè si oppone alla devastazione provocata da una grande opera inutile, a Nicoletta ed Emilio ristretti ai domiciliari, ma ben saldi nella consapevolezza che è grande la paura di chi promuove la costruzione del TAV, fino ad arrivare ai messaggi di solidarietà venuti da lontano come quello di Erri de Luca“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!