Bussoleno: una conferenza stampa del Movimento NoTav per Dana Lauriola "Dana potrebbe essere tradotta in carcere nei prossimi giorni"

BUSSOLENO – Si è svolta una conferenza stampa del Movimento NoTav in Piazza Cavour a Bussoleno sull’arresto della militante Dana Lauriola. La militante del Centro Sociale Askatasuna di Torino, residente a Bussoleno, è stata condannata a due anni di detenzione per i fatti contestati rispetto alla giornata del 3 marzo 2012. In quell’occasione il Movimento NoTav aveva bloccato un casello autostradale contro l’allora premier Monti che aveva dichiarato di voler continuare con determinazione nel progetto TAV Torino Lione. Il Movimento NoTav quel giorno avevano deciso di liberare i caselli dell’autostrada Torino-Bardonecchia. Il passaggio era stato occupato creando un disagio e un mancato pedaggio alla concessionaria Sitaf.

A BUSSOLENO

Hanno spiegato durante l’incontro. “Una delle motivazioni della sentenza è che Dana non si sarebbe allontanata nè dal movimento NoTav ne dal territorio continuando a vivere in valle a Bussoleno. Motivazioni che evidentemente tentano di criminalizzare il movimento NoTav e un territorio, Dana Lauriola potrebbe essere tradotta in carcere nei prossimi giorni. O addirittura nelle prossime ore. Contro questa criminale sentenza oggi, insieme a lei abbiamo spiegato nella conferenza stampa in maniera più articolata l’assurda persecuzione. Sta avvenendo nei suoi confronti e nei confronti di altri attiviste ed attivisti. La linea di condotta che il movimento ha deciso di tenere rispetto a questa assurda decisione è chiara15“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!