Bussoleno, il numero di contagi da Coronavirus è superiore rispetto a quello di marzo e aprile È difficile spiegare qual sia la catena di sviluppo dell’epidemia

Bussoleno via TraforoBussoleno via Traforo

BUSSOLENO – Il Comune di Bussoleno informa la popolazione sull’andamento dei contagi da Coronavirus. “Il numero di test al tampone nel nostro Comune ha seguito una tendenza crescente interessando molti concittadini. A fronte della prima ondata di contagio primaverile in cui nel periodo marzo-giugno circa 300 concittadini hanno fatto il test e in luglio-agosto altri 100, in questa fase autunnale in settembre 180 e in ottobre finora altri 150. In tutto, circa 720. Purtroppo, dobbiamo segnalare che anche il numero dei Bussolenesi risultati positivi al test è tendenzialmente in salita. Nel periodo aprile-maggio si è trattato di una decina di persone con un decorso mediamente lungo, che in due casi aveva comportato il ricovero in ospedale”.

LA SITUAZIONE ATTUALE

“Nell’ultimo periodo, si tratta prevalentemente di persone che hanno sviluppato lievi sintomi riconducibili all’infezione Covid-19. Oppure che sono asintomatiche, ma hanno saputo di essere venute a contatto con parenti o colleghi o amici. I quali hanno dichiarato di essere diventati positivi al tampone. In questi casi, il periodo che intercorre tra i primi sintomi, la presa in carico da parte del SISP e l’esito del tampone (a causa dei tempi molto rallentati per l’affollarsi dei casi e per le difficoltà di erogazione del servizio di tracciamento) è lungo. Quasi arriva a coprire i 14 giorni di quarantena. Nell’ultimo mese 5 concittadini hanno già superato la fase del contagio e sono stati dichiarati guariti (doppio tampone negativo). Mentre 11 concittadini sono attualmente ancora positivi. Inoltre, ci sono 3 concittadini che sono andati in ospedale per altre patologie e poi hanno scoperto la positività al test. Al momento 2 persone sono ricoverate all’ospedale di Rivoli mentre una è deceduta. Si tratta di un anziano che si è sottoposto ad un ricovero a fine agosto per una patologia cronica che si era acutizzata e che, da pochi giorni, si è aggravata e ha portato alla morte con la complicanza dell’infezione covid-19”.

UN NUMERO SUPERIORE DI CONTAGI

In merito alla situazione Coronavirus a Bussoleno. “Come amministrazione, siamo vicini a tutte queste persone in difficoltà e alle loro famiglie mettendoci a disposizione per garantire, anche con l’aiuto dei volontari, un’assistenza qualora necessaria per supportare il periodo di isolamento. Dobbiamo constatare che complessivamente il numero di contagi è superiore rispetto a quello di marzo e aprile. È difficile spiegare qual sia la catena di sviluppo dell’epidemia. Solo per un caso si tratta di un nucleo familiare; per gli altri si tratta di individui distinti. Dal racconto delle esperienze vissute, possiamo escludere che le cause siano riconducibili a una movida sregolata o a un ostentato non rispetto delle regole. Colloquiando in modo riservato con queste persone, si evincono, con il senno di poi, piccole disattenzioni interpersonali che potrebbero essere state sfruttate da questo virus particolarmente attivo nel diffondersi”.

LE SCUOLE E LE VACCINAZIONI

“A oggi, nelle scuole del nostro Comune la situazione è complessivamente sotto controllo. Alla Scuola Primaria di Piazza Cavour una classe è rimasta a casa la scorsa settimana. Alla Scuola Secondaria di Primo grado una classe è a casa in questi tre giorni. Presso il Liceo “Norberto Rosa” solo gli allievi delle classi prime svolgono didattica in presenza mentre gli altri svolgono a distanza. I dirigenti scolastici sono in contatto con il SISP per stabilire le modalità di protezione dal contagio. Come forma precauzionale associata per la popolazione con fascia di età avanzata, ricordiamo che inizia nella prossima settimana la campagna vaccinale anti-influenzale: i medici di base effettueranno i vaccini su prenotazione”.

I TEST RAPIDI

“Presto saranno disponibili i test rapidi per testare i casi sospetti di Covid presso i medici di famiglia, negli ospedali, nei pronto soccorso, per screening nelle scuole e nelle residenze per anziani. Purtroppo, per rispondere al bisogno esponenziale del fabbisogno dei ricoveri ospedalieri, la Regione Piemonte ha già iniziato a mettere in atto delle disposizioni finalizzate alla sospensione delle attività ordinarie non urgenti (ambulatoriali e ricovero). Questo per poter utilizzare il personale in modo prioritario alle emergenze-urgenze. Stiamo vivendo tutti insieme una situazione difficile qui a Bussoleno, come in Valle, come in tutto il Paese. Situazione che genera disorientamento e inquietudine perché anche se la seconda ondata di contagio è stata prevista e in qualche modo valutata, ora ci si trova di fronte ad una recrudescenza con un’intensità inattesa. Di conseguenza, un’organizzazione non efficace, che va continuamente rimodulata rincorrendo un’emergenza dopo l’altra in un contesto che appare sempre più grave”.

IL RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI

Il comunicato del Comune di Bussoleno in merito all’emergenza Coronavirus si conclude. “Cerchiamo tutti di adoperarci in modo rispettoso e costruttivo, non permettendo che la rabbia di chi ritiene di non riuscire a sopportare un nuovo lockdown si trasformi in violenza. Come purtroppo sta accadendo in diverse piazze. Manteniamo il rigoroso rispetto delle disposizioni del nuovo DPCM e teniamo presente che il risultato dei sacrifici prescritti non è immediato. Se si trova e si applica una misura di contenimento efficace in una certa data, sulla base dell’esperienza della prima ondata, il numero dei contagiati dovrebbe cominciare a risentirne positivamente dopo 5-6 giorni, il numero degli ospedalizzati dovrebbe cominciare a calare dopo 8-10 giorni e il numero dei decessi dopo 15-18 giorni. Quindi, oltre all’arte dell’applicazione individuale delle misure di contenimento ci vuole anche quella della pazienza e della fiducia che tutti abbiano lo stesso rispetto. Perché la globalità di oggi sta proprio nella necessità di uscire globalmente tutti insieme dall’emergenza”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!