Bussoleno: gli studenti in piazza contro la DAD, “Vogliano tornare in classe con i nostri prof” I ragazzi del Rosa cercano attenzione sulla loro realtà scolastica

Bussoleno studenti

BUSSOLENO – Sono gli studenti del Liceo Norberto Rosa, la sede di Bussoleno, a manifestare oggi in piazza. Sono qui con i tablet e i computer portatili per le loro lezioni a distanza. Oggi, in questo giovedì ventoso, sono qui davanti alla loro scuola. Sono mesi che non sentono la campanella, che non attraversano i corridoi, che non si vedono per il quarto d’ora di pausa. Manca l’incontro all’ingresso al mattino, al pomeriggio all’uscita. Tra loro e i docenti uno schermo, il telefonino, chiamate web e lezioni sulle piattaforme virtuali. Da mesi non s’incrociano non si vedono in aula, non sono spalla a spalla nei passaggi di lezione. Tutti hanno ripreso a settembre, alcune settimane, poi nuovamente il vuoto. Quello già vissuto l’anno scorso per lunghi mesi. Sono ragazzi ed hanno bisogno essenzialmente di normalità. Di tornare ad una vita scolastica fatta di lezioni, interrogazioni e laboratori. Questi ultimi mancano davvero e non possono essere sostituiti con nulla.

A SCUOLA

Quella di oggi a Bussoleno è una rappresentazione del disagio che si sarebbe potuto vivere davanti ad ogni scuola. I problemi che legano i ragazzi di questa età durante la pandemia del Coronavirus sono noti. I soggetti che dovevano strutturarsi l’hanno fatto. Le scuole, fin dall’estate, con un enorme dispendio di energie e risorse hanno messo in atto protocollo rigidissimi. Entrate ed uscite scaglionate e separate. Aule con banchi a distanza e singoli. Controllo della temperatura e igienizzazione della mani costante. Aule ricavate dalle palestre, dalle biblioteche, dalle mense. E poi ancora classi divise per permettere il distanziamento. I docenti hanno risposto all’emergenza armandosi di computer e tablet, si sono reinventati insegnati web, hanno rimodulato i programmi e le lezioni. Gli studenti, i più vulnerabili, hanno scoperto un nuovo sistema di didattica. Oggi in piazza non c’è la protesta, c’è il desiderio, la volontà, la ricerca di normalità, la loro.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!