Biodiversità: la garzaia della Palude dei Mareschi ad Avigliana Testo e foto di ANDREA CARNINO

Biodiversità: la garzaia della Palude dei Mareschi ad Avigliana. La Palude dei Mareschi ad Avigliana è la zona umida più occidentale d’Italia. Ospita un’importante colonia di aironi cenerini, magnifici trampolieri appartenenti alla famiglia degli ardeidi. Questo uccello, secondo la leggenda, rappresenterebbe l’araba fenice, simbolo della morte e della rinascita. L’airone cenerino è l’ardeide che si spinge più a nord e durante l’estate raggiunge le coste norvegesi. Molto diffuso in Valsusa, la Palude dei Mareschi ad Avigliana ne ospita una colonia che vanta più di 24 nidi.

LE SUE CARATTERISTICHE

L’airone cenerino può raggiungere un’altezza compresa tra 90 e 98 centimetri ed un peso che oscilla tra uno e due kg. La sua apertura alare può estendersi fino a 170 centimetri. Le piume sono grigie nella parte superiore e bianche nella zona inferiore.  Il becco e le zampe sono gialli. Negli esemplari adulti le piume sul collo sono di colore nero ed è ben evidente il caratteristico ciuffo nucale. Le femmine si riconoscono dalle dimensioni inferiori. Questo uccello quando vola si riconosce perché tiene il collo ripiegato, quasi a formare una S. Quando una minaccia si avvicina, esegue un movimento con la testa come se pugnalasse qualcuno e solleva la cresta.

L’ALIMENTAZIONE E LA RIPRODUZIONE

L’airone cenerino è carnivoro. Si nutre infatti di pesci, rane, girini, bisce, piccoli mammiferi e uccelli. Per cacciare si allontana anche di molti km dal nido. È attivo sia di giorno che di notte. Si tratta di un uccello solitario, che si riunisce con gli altri esemplari durante la stagione riproduttiva. La costruzione del nido, tra le canne o nella parte alta degli alberi, inizia a febbraio. Le uova vengono deposte a marzo e dopo un mese si schiudono. Entrambi i genitori sono responsabili dell’alimentazione e della cura dei piccoli. Solo il 30% riesce a raggiungere l’età adulta.  I giovani diventano indipendenti dopo 9-10 settimane. Saranno in grado di riprodursi l’anno successivo. Questo animale può vivere fino a 24 anni.

MOLTO PIÙ RARO È L’AIRONE BIANCO MAGGIORE

L’airone bianco maggiore si può avvistare in palude durante la stagione invernale. Si tratta della specie più grande della famiglia degli ardeidi. Le sue dimensioni sono comprese tra 85 cm e poco più di 1 m. L’apertura alare può raggiungere i 170 cm, per quasi 1.700 grammi di peso. Il suo colore è candido.

L’AMBIENTE DI PALUDE

La Palude dei Mareschi, situata a nord-ovest del Lago Grande di Avigliana, è un’oasi di biodiversità. Tra i carici, le canne di palude e le tife, vivono rane e rospi. Qui trova rifugia anche il tarabuso, un piccolo airone di colore bruno, screziato di nero. È difficilissimo da avvistare. Molto più facili da vedere sono i fagiani, mentre alzando lo sguardo si può ammirare il volo di falchi di palude, poiane e nibbi. La palude è costeggiata da un sentiero sterrato, immerso nel verde. Luogo ideale per una tranquilla passeggiata o un giro in bici nella natura.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Testo e foto di Andrea Carnino. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!