Bardonecchia ha aderito a “Per chi suona la Montagna” Evento altamente simbolico per richiamare l’attenzione su chi vive e lavora in montagna al tempo del Covid

BARDONECCHIA – Venerdì mattina le componenti socio-economiche territoriali di Bardonecchia che gravitano direttamente o indirettamente sul variegato mondo della neve, rispondendo alla proposta “Per chi suona la montagna”. Lanciata da Marco Di Marco, scrittore e giornalista, direttore del mensile Sciare Magazine e ripresa dall’Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani. Si sono ritrovati sul sagrato della chiesa parrocchiale per richiamare l’attenzione di tutti sulla negative ricadute socio-economiche sul comparto. Causate delle norme volte a contenere la diffusione della pandemia Covid.

A BARDONECCHIA

I rappresentanti dei maestri delle varie scuole di sci, dei commercianti, dei negozianti, degli albergatori. I professionisti del mondo della neve e dell’indotto e alcuni residenti e villeggianti, nel pieno rispetto delle norme volte a contenere la diffusione della pandemia, ad iniziare dalla scrupolosa osservanza delle numerose norme anti Covid. Si sono disposti in cerchio dall’alto valore simbolico e solidale. Al termine del rumoroso raccoglimento, generato dal suono delle campane della parrocchiale unito a quello dei campanacci suonati a turno dagli astanti, hanno preso la parola Francesco Avato, il sindaco, Nicola Bosticco, amministratore delegato della Colomion Spa, società che gestisce impianti di risalita e le piste del comprensorio sciistico e Aldo Timon, a lungo consigliere comunale e maestro di sci, che nei loro interventi hanno rimarcato le numerose problematiche che condizionano il comparto neve e l’indotto e ringraziato per la sua disponibilità e solidarietà Don Franco Tonda, parroco del capoluogo.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.