Avigliana,i lavoratori dell’Azimut ancora in sciopero

Avigliana AzimutAvigliana Azimut

AVIGLIANA- Sono ore di passione e di sciopero queste ultime per la Azimut Yachts di Avigliana. Per il secondo giorno consecutivo, infatti, i lavoratori dell’azienda leader mondiale nella produzione di imbarcazioni di lusso hanno incrociato le braccia per protestare contro il previsto taglio di 95 unità del personale. Ieri mattina è stata aperta la procedura di messa in mobilità che dovrebbe durare 70 giorni; in seguito a ciò, i lavoratori hanno proclamato 5 ore di sciopero. Astensione dal lavoro che prosegue anche oggi, con gli operai scesi in strada dietro a striscioni che chiedono il mantenimento di tutti i posti di lavoro. Determinati i sindacati che chiedono all’azienda di riaprire un  tavolo per le trattative.

LA RISPOSTA DELL’AZIENDA

Cosa si aspettano i lavoratori dell’Azimut di Avigliana da questo sciopero? Di avere delle risposte. L’azienda e i suoi rappresentanti sembrando determinati a non cambiare atteggiamento. Azimut che sostiene di avere chiesto in passato alle sigle sindacali una maggiore flessibilità e di essersi sentita negare ogni proposta in tal senso. Fatto, quest’ultimo che avrebbe quindi condotto alla drastica decisione dei giorni scorsi. Nonostante le tensioni, qualche spiraglio per la trattativa sembra comunque ancora sussistere.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!