Avigliana: l’artista Alfredo Ciocca, dai paesaggi della Valsusa a quella della Provenza Inizia a dipingere dunque come autodidatta nel 1960

AVIGLIANA – Ad Avigliana dipinge l’artista Alfredo Ciocca. Un attività che prosegue da 60 anni. La passione di Ciocca per la pittura è iniziata a soli 15 anni. Di giorno faceva l’operaio e la sera frequentava una scuola serale. Per puro caso è riuscito a conoscere il noto pittore torinese Dario Treves e, dopo averlo tallonato per alcuni anni, è riuscito a farsi ammettere a dipingere nel suo studio. Nato a Casale Monferrato il 25 Aprile del 1945. Inizia a dipingere dunque come autodidatta nel 1960. Nel 1968 inizia a frequentare lo studio del maestro Dario Treves; sotto la sua guida disegna e dipinge per nove anni. Nel 1975 realizza la prima personale nel cuore della vecchia Torino. Nel 1994 apre una scuola di pittura e disegno nello studio presso il Borgo Vecchio. Poi nel 1992 espone a Pretoria e Johannesburg in South Africa.

L’ARTE

Nel 1994 dipinge per la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore ad Avigliana il “Battesimo di Cristo” ed i ritratti del “Cottolegno e di “Don Bosco” Hanno scritto di lui: Antonio Oberti, Adalberto Rossi, Lella Durando, Capri, Vittorio Bottino, Robiglio, Graglia, Spinardi, Gian Giorgio Massara, Borio, Centini, Spessa e Angelo Mistrangelo “Un dipingere, quindi, caratterizzato da un rasserenante naturalismo e da una volontà di suggerire, di volta in volta, una chiave di lettura di una realtà attentamente rivisitata” Angelo Mistrangelo Il percorso dei quadri si snoda attraverso 35 pannelli delle ultime opere del pittore. Dai paesaggi della Valsusa a quelli della Provenza con papaveri e cavalli della Camargue. Arles, la Senna a Parigi mari di Sardegna, falese della Normandia per arrivare poi a Torino e in Russia.

alfredo ciocca

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.