Assalto No Tav al cantiere di San Didero in Valsusa e scontri con la Polizia: Progetto Adesso Avigliana esprime solidarietà alle Forze dell’Ordine e condanna ogni protesta violenta

(foto No Tav)

AVIGLIANA – Assalto No Tav al cantiere di San Didero in Valsusa e scontri con la Polizia: il gruppo consiliare Progetto Adesso Avigliana esprime solidarietà alle Forze dell’Ordine e condanna ogni protesta violenta. “Il Sindaco di Avigliana si dissoci chiaramente dai violenti”. (Comunicato gruppo consiliare Progetto Adesso Avigliana)

ASSALTO NO TAV IN VALSUSA

Periodicamente, la nostra Valle diventa il palcoscenico di proteste contro la linea ad alta velocità che degenerano in gesti di violenza nei confronti delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Negli anni, la legittima manifestazione del dissenso è stata sempre più impropriamente sfruttata per diventare ragione di disordine fine a sé stesso, incurante dei veri obiettivi della protesta, mentre gli estremisti rappresentano oggi il miglior aiuto per chi vuole evitare ogni confronto serio su un tema essenziale per il futuro del nostro territorio. Non può essere dimenticato che i gesti della protesta, plateale ed esasperata, colpiscono direttamente le donne e gli uomini delle forze dell’ordine, persone che sono chiamate ad adempiere al loro dovere nel rispetto delle regole e degli ordini ricevuti, e che sono lì presenti a rappresentare e tutelare lo Stato, ovvero tutti noi.

“Abbiamo atteso qualche giorno, nella speranza che il sindaco di Avigliana prendesse una posizione chiara, anche come vicepresidente dell’Unione Montana, rispetto agli inaccettabili fatti intercorsi sabato scorso. Ancora una volta non è giunta una chiara dissociazione della frange violente del movimento No Tav che si sono rese protagoniste dell’assalto del cantiere di San Didero e degli scontri con le forze dell’Ordine. Un silenzio che non possiamo che denunciare come molto grave, perché rende di fatto la Città e gli aviglianesi privi di una voce che ne trasmetta il sentimento di condanna di simili comportamenti che è indubbiamente maggioritario”. Così i consiglieri di opposizione del gruppo Progetto Adesso Avigliana censurano la mancata presa di posizione del primo cittadino Andrea Archinà. Il capogruppo Toni Spanò – con i consiglieri Mario Picciotto, Luca Carnino e Giorgia Wood – annuncia che “come in tante altre simili occasioni, ci troveremo costretti a chiedere conto all’amministrazione comunale dell’assordante silenzio di una maggioranza che evidentemente è debitore del consenso dei trenocrociati”.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.