Asl To3: una nuova importante tappa per la diffusione del modello Iesa in Piemonte Uno strumento di cura che prevede l'accoglienza del paziente sofferente di disagio psichico

COLLEGNO – Asl To3: una nuova importante tappa per la diffusione del modello Iesa in Piemonte. Si è aperto ieri, in modalità a distanza, il primo corso di formazione per operatori. È organizzato dal Servizio IESA Asl To3 – Centro Esperto Regione Piemonte. È patrocinato dai principali ordini professionali in ambito sanitario. Oltre che dalla Regione Piemonte, dal Comune di Collegno e dalla Società Italiana di Psichiatria. Lo Iesa, di cui l’Asl To3 è stata pioniera nella nostra regione, è uno strumento di cura. In particolare prevede l’accoglienza del paziente sofferente di disagio psichico presso volontari. I quali mettono a disposizione uno spazio all’interno della loro casa, un po’ del loro tempo libero e il desiderio di coinvolgere l’ospite nella propria quotidianità. Con il supporto professionale continuativo di operatori dedicati.

IL CORSO

Al corso partecipano 11 professionisti laureati in ambito sanitario o socio-sanitario, selezionati tra decine di candidature. Al termine di un percorso di 250 ore fra momenti teorici, pratici e supervisioni, verranno formati nuovi operatori per le esigenze dei servizi Iesa attivati dalle Asl piemontesi. I lavori della prima giornata sono stati aperti dal dottor Gianfranco Aluffi, direttore scientifico del Servizio Iesa Asl To3, e dalla dottoressa Chiara Laura Riccardo, responsabile della segreteria scientifica e organizzativa del corso. Alla presenza del direttore generale dell’Asl To3 Franca Dall’Occo, del direttore del Dipartimento di Salute mentale e presidente della Società Italiana di Psichiatria, dottor Enrico Zanalda, e del sindaco di Collegno Francesco Casciano.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!