Arriva sulle auto il contrassegno di famiglia, un’idea di Stefania Batzella La richiesta della Regione passa al Governo

Stefania Batzella

TORINO – E’ stata approvata nell’aula della Regione Piemonte, a maggioranza, la proposta di legge al Governo presentata dalla consigliera Stefania Batzella (Moderati) in cui si chiede la modifica al Codice della strada e l’istituzione del contrassegno di famiglia. Nello specifico si chiede di istituire parcheggi riservati alle donne in stato di gravidanza e ai genitori con bambini fino a 36 mesi. “Le principali motivazioni che mi hanno portato alla stesura del provvedimento riguardano lo stato di stress cui le donne troppo spesso sono sottoposte anche come lavoratrici – ha spiegato Batzella – oltre alla previsione di ulteriori spazi riservati a genitori che hanno bambini piccoli di età inferiore ai 36 mesi”.

UN CONTRASSEGNO ROSA

La proposta prevede che siano gli enti locali, principali promotori territoriali, ad individuare i siti da dedicare ai parcheggi anche con l’introduzione di un apposito contrassegno speciale, di colore rosa, denominato “contrassegno di famiglia”, rilasciato previa presentazione di idonea certificazione medica dalle aziende sanitarie locali. Si prevede che la segnaletica identificativa degli stalli sia inserita all’interno del regolamento di esecuzione e attuazione del Codice della strada, mentre le Regioni promuovono la loro realizzazione. La Progetto interviene, perciò, sul quadro normativo nazionale di riferimento, costituito dal Codice della strada, per cui ora la questione passa al Governo nazionale.