Alpignano celebra il Giorno del Ricordo tra web e la panchina in Piazza Caduti Intervento dello storico Gianni Oliva

Farmacia Stella Alpignano

ALPIGNANO – Alpignano celebra il Giorno del Ricordo per conservare e rinnovare la memoria dei massacri delle Foibe, dell’esodo di migliaia di italiani dall’Istria, dalla Dalmazia e dalla Venezia Giulia e della più complessa vicenda del confine orientale. La cerimonia sarà visibile online sul sito istituzionale e sulla pagina Facebook del Comune di Alpignano, da lunedì 8 febbraio. Il programma. “Immagini, parole e musica per ricordare” con disegni, poesie e musiche realizzate da cittadini, associazioni e scuole. “Voci dei testimoni” in collaborazione con la Consulta Giovani e l’Unione degli Istriani. Poi ecco la panchina dedicata al Giorno del Ricordo in Piazza Caduti, dipinta dal Gruppo Pittorico Gian Luca Pinzi. Mercoledì 10 febbraio alle ore 12 “Testimone del Ricordo incontra la Scuola” a cura del Presidente Onorario Fulvio Aquilante dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Venerdì 12 febbraio alle ore 11:30 intervento a tema dello storico Gianni Oliva.

IL GIORNO DEL RICORDO

Ogni anno a partire dal 2005 in Italia il 10 febbraio si celebra il Giorno del ricordo, giornata dedicata alla commemorazione dei massacri delle Foibe e dell’esodo di migliaia di italiani dall’Istria. Anche dalla Dalmazia e dalla Venezia Giulia tra la conclusione della Seconda Guerra Mondiale e il secondo dopoguerra. Migliaia di persone furono uccise durante la complessa vicenda del confine orientale. Il Giorno del Ricordo del 10 febbraio è un’occasione per ricordare questi eccidi e per riflettere sui terribili eventi di quegli anni. Al Giorno del ricordo è associato il rilascio di una medaglia commemorativa destinata ai parenti delle persone soppresse e infoibate in Istria, a Fiume, in Dalmazia o nelle province dell’attuale confine orientale dall’8 settembre 1943, data dell’annuncio dell’entrata in vigore dell’armistizio di Cassibile, al 10 febbraio 1947, giorno della firma dei trattati di pace di Parigi. Sono esclusi dal riconoscimento coloro che sono stati uccisi mentre facevano volontariamente parte di formazioni non a servizio dell’Italia.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.