Crea sito

Alla Sacra di San Michele la vita e l’azione del Fondo don Piardi Un convegno sul volontariato, seguita da centinaia di persone, per dare slancio al futuro

S.AMBROGIO – Si è svolto ieri, sabato 14 aprile, nella chiesa maggiore della Sacra di San Michele il convegno “Dire fare donare” organizzato dal Fondo don Piardi di Susa.  La salita alla Sacra è un percorso difficile e in aspra salita ma contornato da una vista superba dentro un’architettura unica. Ogni gradino è un attimo di riflessione e ricordo, per chi ha avuto la fortuna, su don Gian Piero. L’occasione dell’incontro è stata organizzata dai “ragazzi” di Piardi; un gruppo animato da solidarietà e una volontà di ferro che si è tradotta in questi anni, il Fondo nacque nel 2012, in tante azioni verso associazioni di soccorso ed educative.

Ieri è stato sopratutto un momento di riflessione sull’esperienza dell’organizzazione di solidarietà con dei relatori attenti e partecipi. L’introduzione è stata fatta dal giornalista del Sole 24 Ore Francesco Antonioli; bisogna ricordare l’impegno sulla carta stampata di don Piardi nella pagine della Valsusa e nell’annuario Raccontavalsusa.   Dopo le parole di saluto da parte della deputata Daniela Ruffino, tantissimi gli amministratori della Valle presenti, prima don Ettore De Faveri, poi Alessandro Ligas hanno ricordato la figura sacerdotale di don Piardi e la sua azione nelle parrocchie dove ha servito per tanti anni.

E’ poi “salito” in cattedra il professor Stefano Zamagni, classe ’43, ordinario di economia politica all’università di Bologna è il presidente onorario di Fondazione Italia per il Dono, membro della Pontificia Accademia di Scienze Sociali, e dal 2007 al 2012 presidente dell’Agenzia Governativa per il terzo settore. Sua una Lectio Magistralis sul volontariato e l’azione delle associazioni nel nostro Paese. In appendice all’evento nella sala bassa era possibile visitare l’esposizione di opere artistiche del pittore Giuseppe Vignani dal titolo: “Rive e derive”. Tele interessanti e piene di contenuti che hanno lasciato stupiti i tantissimi presenti all’evento. Il prossimo appuntamento è già nella testa delle instancabili Mara Viretti e Iside Del Gaudio che a conclusione dei lavori dicono: “Vogliamo ringraziare tutti i comuni che ci hanno patrocinato, i tanti sponsor che hanno reso possibile l’incontro e tutti gli amici del Don che con la loro presenza ci danno la forza per progettare insieme tante azioni di solidarietà“.