Alla Pinacoteca Comunale Francesco Tabusso la pittrice torinese Ines Daniela Bertolino

RUBIANA – Alla Pinacoteca Comunale Francesco Tabusso la pittrice torinese Ines Daniela Bertolino.

GLI ACQUERELLI DI INES DANIELA BERTOLINO IN MOSTRA A RUBIANA ALLA PINACOTECA TABUSSO

Proseguono gli appuntamenti all’insegna dell’Arte a Rubiana negli spazi dedicati alle estemporanee della Pinacoteca Comunale Francesco Tabusso: sabato primo giugno alle ore 11 si terrà infatti l’inaugurazione della mostra personale incentrata sulla pittrice torinese Ines Daniela Bertolino, dal titolo: “Felis silvestris catus, sospeso tra la terra e il cielo“. Fulcro di questa esposizione sarà la tecnica dell’acquerello ricorrendo alla quale la Bertolino alternerà a vedute della Valmessa e della Val di Susa, immagini raffiguranti varie tipologie di gatti, soggetti particolarmente cari all’Artista. Sicuri, dominatori consapevoli dello spazio che li circonda, compagni per scelta e non famigli al servizio dell’uomo; creature affascinanti che passano in un battito di ciglia dalla curiosità più sfrenata a un’ultraterrena imperturbabilità: ecco come i gatti compaiono negli acquerelli della pittrice Ines Daniela Bertolino, artista di rara sensibilità che riproduce la realtà intorno a sé con uno sguardo che sa essere, nel contempo, disincantato e trasognato. Un ossimoro, una contraddizione solo apparente che coglie nella loro totalità e complessità la natura e l’uomo. Le tonalità cromatiche caleidoscopiche dei suoi quadri corrispondono alle mille sfaccettature di un mondo che non può essere in alcun modo ridotto a un corpo semplice e univoco. La stessa tecnica dell’acquerello contribuisce a moltiplicare le sfumature dell’insieme e, simultaneamente a scattare un’istantanea, a cristallizzare l’attimo eternandolo, interrompendo così il flusso temporale.

IN MOSTRA

Terra e cielo, transeunte ed eterno, il ferale e il divino; e nel mezzo, il gatto: non è dunque un gesto lezioso, una carineria la scelta del soggetto da parte dell’Artista, ma un atto intenzionale, la volontà di direzionare l’attenzione di chi osserva su una creatura enigmatica e insondabile che, pur vivendo su questo piano della realtà, sembra volerci ricordare che ne esiste un’altra onirica e misteriosa, ed è a questa che appartiene per davvero. La mostra rimarrà aperta fino a domenica 16 giugno nei fine-settimana, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.30. Ingresso libero e gratuito. Per maggiori informazioni in merito, si invita a consultare i siti internet della Pinacoteca e dell’Associazione Culturale Ars Rubiana oppure a scrivere agli indirizzi di posta elettronica info@pinacotecatabusso.it e info@arsrubiana.net.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.