Crea sito

San Giorio, è morto Renzo Durandetto anima dell’associazionismo L'addio della Pro Loco di San Giorio e delle attività culturali

san giorio

S.GIORIO – E’ morto Renzo Durandetto, 77 anni lo storico presidente della Pro Loco di San Giorio, figura conosciutissima in paese. E’ lungo l’elenco dei connubi culturali e associativi nei quali Durandetto ha prestato servizio o per i quali si è attivato in prima persona nel corso degli anni. Durandetto è sempre stato in prima fila tra i protagonisti della festa patronale di San Giorio, dell’insieme delle associazioni cittadine, del Gruppo di ballo del Gruppo Folkloristico, della compagnia teatrale La Malva e ancora dei volontari per la valorizzazione della Cappella del Conte. Anche della Corale del Gruppo Folk.

Intenso il messaggio d’addio del Pro Loco. “Nel nostro cammino incontriamo una moltitudine di persone. Diverse non solo nei tratti somatici ma soprattutto nel carattere e nella personalità. Molti passano inosservati, pochi lasciano un segno nelle nostre vite. Tu Renzo sei stato uno di questi. Ti sei aggirato in sordina nella vita di noi sangioriesi. Permettendo al nostro piccolo paese di costruire una struttura forte e consolidata chiamata Pro Loco.  Sei stato uno dei soci fondatori e il nostro Presidente per bene 24 anni. Sei stato un uomo umile, semplice che ha lavorato con tutte le sue forze per amore del proprio paese. Ti sei circondato di persone forti e dai grandi valori che in tutti questi anni hanno sostenuto il tuo operato. Hai collaborato a portare la Pro Loco di San Giorio ad ottimi livelli.

IN TANTE ASSOCIAZIONI

Quante serate passate insieme, quante riunioni durante le quali ti arrabbiavi un po’sbattendo i pugni sul tavolo per farti ascoltare e noi sorridendo continuavamo imperterriti. Quante telefonate ricevute e fatte. Senza guardare se fosse mattino presto o sera tardi perché Pro Loco è anche questo. Quante notti passate nel sacco a pelo al Teatro Tenda. Quante chiacchiere,cene,aperitivi e caffè rubati. Tanta amicizia ci siamo scambiati. Sei stato per anni al centro delle associazioni di San Giorio. Anima del Gruppo Folkloristico, attore sempre in scena con la Compagnia Teatrale della Malva, volontario alla Cappella del Conte, lavoratore dietro le quinte del Gruppo Danza Moderna. Voce all’interno della Corale del Gruppo Folk di San Giorio con la quale hai voluto provare ad intonare qualche pezzo non tanti giorni fa..in occasione della festa di San Rocco. 

UN ESEMPIO PER TUTTI

Caro Renzo, forse non te lo sei sentito dire tante volte, ma sei stato un grande esempio per ognuno di noi; anche in questo ultimo periodo nel quale la malattia ti limitava hai dato la tua impronta alla nostra Pro Loco..aggrappandoti con tutta la forza che avevi alla vita. Come tutti noi, soffrivi vedendo che le cose per le quali avevi lavorato tanti anni stavano cambiando. Ti arrabbiavi vedendoti impossibilitato a fare ciò che fino a qualche anno fa sembrava scontato e molto più facile. Come dicevamo qualche giorno fa, quando sono passata a trovarti, questo sistema “marcio” che non ci permetteva di lavorare bene come un tempo ci faceva un po’”incazzare”. Noi dimenticherò mai il giorno in cui mi hai passato il testimone. Scherzando mi hai detto “hai voluto la bicicletta..adesso pedala!”…e di chilometri insieme ne abbiamo percorsi parecchi. Senza le tue “dritte” tante cose non sarebbero state possibili e adesso ci mancherà un grande punto di riferimento. Ogni dubbio,ogni conferma, ogni problema…si risolveva con un…chiediamo a Renzo”.