A Reano un sabato sera di allegria con il Gruppo Storico Principi dal Pozzo della Cisterna di ANDREA CARNINO

REANO – A Reano un sabato sera di allegria con il Gruppo Storico Principi dal Pozzo della Cisterna. Nella serata di sabato 26 settembre, al teatro della Chiesa Parrocchiale di San Giorgio Martire in Reano, il Gruppo Storico Principi dal Pozzo della Cisterna ha messo in scena lo spettacolo “Il Mistero dello Scrigno”. Ideata e creata da Gisella Favro, presidente della compagnia, è una commedia in due atti. Ambientata nella Torino degli anni ’20. Gli anni detti “ruggenti”. Il capoluogo sabaudo era definito la “piccola Parigi”. A fare le veci del presentatore e a gestire l’organizzazione è stato un illustre membro della compagnia: l’assessore alla cultura del Comune di Reano Giuseppe Morra. L’evento è stato patrocinato dal Comune di Reano e dall’Unione dei Comuni Montani Val Sangone. Si è svolto nell’ambito del Festival di musica sotto le stelle “Stelle delle Valli”, che ha visto protagoniste la Val Sangone e la Valsusa.  La serata ha visto una grande partecipazione di pubblico, nonostante le condizioni climatiche avverse.

LA TRAMA

Lo spettacolo racconta dei Rubatto. Una ricca famiglia di imprenditori tessili. Francesca Anfossi, vedova Rubatto ha due figli. Aurora, molto dolce e sensibile e Gregorio. Vedovo con una figlia, che all’azienda preferisce i piaceri. Un giorno giungono dall’America per lavoro Kate e Meg. Nipoti di Francesca ed esponenti del ramo famigliare che ha fatto fortuna oltreoceano con i gioielli. Le due ragazze si portano appresso un piccolo scrigno. Iniziano ad accadere fatti inspiegabili. Cosa succederà? Come andrà a finire? Chi non era presente lo potrà scoprire prossimamente nei teatri dei comuni della Val Sangone.

LA FAMIGLIA DAL POZZO DELLA CISTERNA

Questo gruppo storico, nato più di 20 anni fa, è dedicato ad una famiglia che ha scritto molte pagine di storia reanese. I principi dal Pozzo della Cisterna. La nobile famiglia diventa proprietaria del Castello di Reano a fine XVI secolo. Ludovico dal Pozzo nel 1581 ottiene da Carlo Emanuele I il feudo di Reano e l’intera proprietà del castello. L’anno seguente suo figlio Amedeo ottiene il titolo comitale. I dal Pozzo nel 1670 diventeranno anche principi di Cisterna. La loro esponente più illustre è Maria Vittoria. Figlia di Carlo Emanuele, grande benefattore di Reano. Nel 1867 sposa Amedeo di Savoia-Aosta, secondo figlio maschio di Vittorio Emanuele II. Amedeo e Maria Vittoria siederanno sul trono di Spagna dal 1870 al 1873. Sono gli antenati di Aimone, attuale duca d’Aosta. Il principe porta anche il titolo di conte di Reano.

IL GRUPPO STORICO

Il gruppo, presieduto da Gisella Favro, è composto da circa 20 elementi. Si ispira alla corte di re Vittorio Emanuele II e alla famiglia dal Pozzo nel 1800. I suoi membri si esibiscono in scene e dialoghi rievocativi della vita cortigiana di quell’epoca. Vestono splendidi abiti cuciti da abili sarte, coordinate e supervisionate dalla vice presidente Laura Di Muro. La compagnia si è esibita nelle più prestigiose dimore storiche piemontesi, riscuotendo un grande successo di pubblico. Un loro grande sostenitore è il marchese Cassiano dal Pozzo d’Annone. Il nobile, erede del casato dal Pozzo, li ha ospitati più volte nel suo castello di Oleggio. Il gruppo è anche apparso su Rai 1 nella trasmissione “Paesi che vai”. Hanno assistito ai suoi spettacoli diversi membri del “gotha”, tra i quali Martino d’Asburgo-Este e Sergio di Jugoslavia. Visto il suo furoreggiare ha ampliato la serie di rappresentazioni mettendo in scena personaggi ed epoche diverse.

Testo di Andrea Carnino

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!