A Giaveno si rivive la storica battaglia dell’assedio di Torino del 1706

gruppo storico pietro micca

GIAVENO – A Giaveno si rivive la storica battaglia dell’assedio di Torino del 1706.

LA BATTAGLIA STORICA NEL ‘700 DI TORINO

Domenica 18 giugno si svolgerà presso parco Marchini la manifestazione “Battaglia storica nel ‘700”. Organizzata dal Comune tramite l’Associazione Valsangone Turismo con la collaborazione dell’associazione Amici del Museo Pietro Micca e dell’Assedio di Torino del 1706. La manifestazione prevede alle 17 il ritrovo presso il Parco Marchini dove sarà allestito l’accampamento militare seguendo le regole e i costumi del ‘700. Ci saranno diversi figuranti in abiti e divise militari d’epoca. A seguire sfilata per le vie del centro storico in via Roma, piazza San Lorenzo con sosta e omaggio presso la Lapide dei Caduti in piazza San Lorenzo. Poi ritorno al Parco tramite via Umberto I e via San Rocco, discorso delle autorità.

LA STORIA DEL PIEMONTE

Seguirà l’intervento dello storico giavenese Mauro Minola sugli eventi storici di Giaveno nel 1693 con le distruzioni del Catinat e ricostruzione della battaglia dell’Assedio di Torino, con dettagli storicamente provati e spari a salve, in cui dopo l’insediamento del drapò si fronteggeranno un avamposto dell’esercito francese e un caposaldo dell’esercito del ducato sabaudo con l’esplosione di alcuni colpi di cannone e di fucile (a salve). Si tratta di un momento interessante per vedere gli equipaggiamenti e i modi di svolgere una battaglia in epoche lontane. “Una nuova manifestazione nel panorama degli eventi giavenesi – commenta il Sindaco, Carlo Giacone – Sono contento di ospitare gli Amici del Museo Pietro Micca perché sono una garanzia di ricostruzione fedele dei costumi e degli eventi e spero che la ricostruzione della battaglia possa piacere a grandi e piccini, per avere memoria di come si viveva e moriva un tempo”.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.