Crea sito

Elezioni a Giaveno, l’imprenditore Alberto Portigliatti Barbos nella lista di Tizzani "Bisogna lavorare sulla viabilità per diminuire i tempi di percorrenza, decongestionare e diminuire l’inquinamento in centro"

GIAVENO – Incontriamo Alberto Portigliatti Barbos nella sua sede aziendale di Giaveno. Una realtà solida e radicata nel territorio con altre sedi in Italia. Corre alle elezioni amministrative nella lista “Per Giaveno” che candida Stefano Tizzani come sindaco. Porta il suo pragmatismo e la sua capacità imprenditoriale al servizio della comunità.

Giavenese Doc?

La mia famiglia originaria di “can” Barbos sopra  Monterossino è qui dal 1500. Da queste radici parte l’interesse e l’impegno nel sociale e nelle associazioni dell’opera Sacro Cuore di cui è rimasta la Banda Leone XIII  la più vecchia associazione di Giaveno. Io sono titolare dell’azienda di famiglia che opera dal 1958 nel commercio di prodotti tecnici industriali con sedi a Torino, Cologno Monzese e Giaveno dove c’è la sede amministrativa e l’officina per il prodotti speciali“.

Cosa condivide del programma elettorale?

Il fatto che non sia uno scatole dei sogni ma realizzabile. Bisogna soffermarsi e riflettere che Giaveno con Coazze e Valgioie si trova in una conca circondata da monti con boschi e prati che ne fanno un piccolo paradiso ambito come residenza e meta turistica a pochi passi da Torino. L’incremento dei residenti, molti dei quali trasfertisti col rischio che si diventi città dormitorio, e del turismo mordi e fuggi ha evidenziato una carenza di infrastrutture e servizi e generato un aumento del traffico e dell’inquinamento compromettendo l’equilibrio di quest’oasi. Questo è un tema di lavoro. La nostra offerta verte su un programma completo, ambizioso e realizzabile grazie alla valente rosa di candidati presenti delle cinque liste tra cui scegliere i migliori per lavorare insieme al candidato sindaco professionalmente più preparato: Stefano Tizzani. L’ampio ventaglio di offerta politica rischia di frammentare l’esito del voto e creare un’amministrazione impossibilitata a realizzare un qualunque programma. E’ pertanto indispensabile che ogni cittadino compia una scelta consapevole e indirizzi il suo voto affinchè l’esito sia certo fin dalla prima votazione puntando più sulle persone che sul colore politico dello schieramento.

Su cosa bisogna intervenire a Giaveno?

La globalizzazione, la digitalizzazione con  il commercio elettronico, la grande distribuzione, l’enorme disponibilità di prodotti tra loro alternativi, favoriscono il consumatore ma riducono la marginalità delle imprese tradizionali che devono trasformarsi o chiudere. Sempre più oggi in ogni attività è richiesta una maggiore professionalità o versatilità verso il cliente. La posizione decentrata rispetto alle vie di comunicazione suggerisce l’insediamento di peculiari imprese sul nostro territorio delle attività ad alto contenuto tecnologico o ad elevato valore aggiunto con basso impatto ambientale. Poi bisogna sviluppare le attività locali focalizzate al servizio del cliente o dedite alla valorizzazione dei prodotti tipici e quelle turistiche e del tempo libero“.

Quali sono le emergenze?

Bisogna lavorare sulla viabilità per diminuire i tempi di percorrenza, decongestionare e diminuire l’inquinamento in centro. Poi sulle connessioni  veloci nelle reti telefoniche; sul servizi alle imprese:  informazioni su formazione, finanziamenti pubblici, convegni, fiere. C’è da valutare un ampliamento delle vie ciclabili e dei sentieri turistici“.