A Giaveno il Sangone protagonista delle Giornate d’Acqua Un'iniziativa della Città Metropolitana

Val Sangone, un ponte

GIAVENO – Nel fine settimana si conclude l’edizione 2019 delle Giornate d’Acqua a Giaveno. Alcuni anni orsono l’allora Provincia di Torino ha voluto celebrare le acque nel territorio. Questo per sensibilizzare e informare i cittadini sull’importanza della salvaguardia degli ambienti fluviali e lacustri e del loro patrimonio di biodiversità. La Città Metropolitana ha deciso di riprendere l’iniziativa con un taglio innovativo, dedicandola in particolare alle scuole, con momenti didattici teorici e pratici che si tengono in alcuni Comuni che hanno dimostrato particolare interesse a valorizzare il patrimonio ambientale dei corsi d’acqua.

IL FIUME SANGONE

Le Giornate d’Acqua a Giaveno avranno come protagonista il fiume Sangone. La Funzione specializzata Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana ha programmato una serie di attività didattiche e divulgative sulla valenza ambientale di fiumi e torrenti. Si parla della loro ” influenza nel corso della storia, sulla cultura e sull’economia dei territori che attraversano”. Le attività sono iniziate nel mese di aprile a Pomaretto e a Giaveno e si concludono in un periodo che va da mercoledì 29 maggio a domenica 2 giugno. Il Sangone è un torrente del Piemonte lungo circa 47 km, affluente di sinistra del Po. Il perimetro del suo bacino è di 108 km. Bagna la Val Sangone, che si trova tra la Val di Susa e la Val Chisone. Nasce dal Monte Rocciamelone.
Il Sangone attraversa i territori dei comuni di: Coazze, Giaveno, Trana, Sangano, Bruino, Rivalta, Orbassano, Beinasco, Torino, Nichelino e Moncalieri.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!