Crea sito

A Giaveno il critico d’arte Vittorio Sgarbi inaugura il museo Alessandri L'esposizione grazie ad un’importantissima donazione di Dina Foppa

GIAVENO – Una giornata d’arte con il critico Vittorio Sgarbi che ha inaugura, difronte ad un grande pubblico, la mostra “Il Visionario Alessandri”. Una bella giornata all’insegna di Alessandri: Vittorio Sgarbi l’ha definito “il primo surrealista italiano“. Alessandri pubblicò lavori in china e carboncino e acqueforti. Perfezionò un suo caratteristico gusto del colore, con pennellate e tecniche diverse, realizzando su masonite molti nudi al naturale, ritratti e paesaggi notturni. Dal 1959 disegnò soprattutto le bambole.

UN ARTISTA DI GIAVENO

Nel 1964 lanciò l’idea di una corrente artistica che si opponeva alle neoavanguardie unendo fantasia e surrealismo e fondando l’omonima rivista Surfanta. Del gruppo facevano parte: Abacuc (Silvano Gilardi), Lamberto Camerini, Enrico Colombotto Rosso, Giovanni Macciotta, Mario Molinari e Raffaele Ponte Corvo. Il movimento, pur sciogliendosi nel 1972, fu con tenacia divulgato da Alessandri che sino alla morte sentirà la sua appartenenza Surfanta (inizialmente da SURrealismo e FANTAsia, poi da SUbcosciente Reale FANTastica Arte). la mostra temporanea sarà aperta fino 19 maggio.