Crea sito

A Condove rivive l’impresa della conquista di Fiume del 1919 Sabato 8 giugno alle 17,00 in biblioteca

CONDOVE – Sabato 8 giugno alle 17,00 in biblioteca continuano gli interessanti approfondimenti con la storia proposti dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Condove-Borgone. L’occasione dei cent’anni da quella definita dagli storici “l’Impresa di Fiume” è stato il pretesto per il presidente Emiliano Leccese di chiamare a raccolta iscritti, simpatizzanti e  cittadini alla conferenza di Riccardo Balzarotti-Kammlein. In quei giorni 2.600 uomini tra fanteria e artiglieria occupareno la città adriatica di Fiume, contesa tra il Regno d’Italia e il Regno di Jugoslavia organizzati dal poeta Gabriele D’Annunzio: la spedizione raggiunse Fiume il 12 settembre 1919, proclamandone l’annessione al Regno d’Italia.

16 MESI DI OCCUPAZIONE

L’occupazione dei “legionari” dannunziani durò 16 mesi con alterne vicende, tra cui la proclamazione della Reggenza italiana del Carnaro. Avendo lo scopo di influire sulla Conferenza internazionale della pace, l’Impresa fiumana raggiunse l’epilogo con l’approvazione del Trattato di Rapallo. L’opposizione dei dannunziani all’applicazione del trattato portò il governo Giolitti ad intervenire con la forza, sgombrando Fiume durante le giornate del Natale 1920.