Crea sito

A Coazze la grande fiera agricola e forestale “Lu bo e la fejri” Sabato 4 e domenica 5 maggio nel paese della Valsangone

Intaglio del legno

COAZZE – Domenica 5 maggio la filiera del legno sarà protagonista della quinta edizione della fiera agricola e forestale “Lu bo e la fejri”. La manifestazione è organizzata dal Comune con il patrocinio della Città Metropolitana di Torino e con la collaborazione della Pro Loco, dell’associazione commercianti “Giütumse”, del locale gruppo AIB, della Croce Rossa, del gruppo della Protezione Civile, del CAI e del Soccorso Alpino Val Sangone. Sabato 4 maggio alle 15 è in programma una passeggiata tra boschi e prati alla scoperta delle erbe spontanee, in compagnia della botanica Maria Teresa della Beffa e di Liliana Quaranta del Giardino Botanico Rea. Al ritorno, nel parco comunale si terranno unapresentazione didattica di specie erbacee spontanee e officinali e una degustazione di mieli della Val Sangone. Alle 18,30 l’apericena proporrà prodotti tipici. La serata proseguirà nel Palafeste alle 21 con il Memorial Ermanno Zanini “Diamo voce al suolo”.

LA MANIFESTAZIONE

Domenica 5 maggio viale Italia ‘61 diventerà per un giorno la strada del legno, grazie alle sculture realizzate sul momento con la motosega, alle scuole d’intaglio della Val Sangone e della Valle di Susa, all’esposizione e dimostrazione di strutture abitative, alla presenza di mezzi e all’utilizzo di attrezzature forestali. Oltre agli oggetti in legno, i visitatori de “Lu bo e la fejri” troveranno l’artigianato e l’enogastronomia, con stand di prodotti tipici, la ristorazione e lo street food, ma anche i vivai con fiori e piante, gli antichi mestieri, un laboratorio di panificazione artigianale e il “Piano Forest”, un pianoforte a disposizione dei musicisti di passaggio.

IL SENTIERO DELLE MACINE

Alle 10 in piazza della Vittoria è in programma l’inaugurazione del“Sentiero delle Macine” a cura del gruppo AIB Coazze, a cui seguirà la prima escursione sul percorso che propone la scoperta di uno dei siti di estrazione delle rocce da cui si ricavavano le macine in Val Sangone. Gli eventi e le proposte programmati in piazza Gramsci sono molti: alle 11 l’inaugurazione del defibrillatore donato al Comune di Coazze dal Comitato di Giaveno della Croce Rossa; nel pomeriggio la musica e le danze del gruppo Vampa dè Lumera.