Crea sito

A Chiusa San Michele la passeggiata d’autunno sotto la Sacra di San Michele Domenica 22 settembre con il Comitato delle Associazioni

bosco

CHIUSA SAN MICHELE – Domenica 22 settembre a Chiusa San Michele si svolgerà la tradizione la passeggiata d’autunno. Ad organizzare il Comitato delle Associazioni e l’Assessorato al Turismo. L’appuntamento è in piazza della Repubblica alle ore 9.15. Poi colazione alla Ex Società Operaia, il pranzo con pasta, salumi, formaggi, frutta, dolci e bevande nei punti di sosta che s’incontreranno lungo il percorso. Rientro in paese previsto per le 18. Il percorso si svolge su facili mulattiere e sentieri, per un dislivello di 600 metri circa. Si consigliano scarpe da trekking. Escursione guidata su mulattiere e sentieri di Chiusa con tappe di ristoro alle borgate Basinatto, Pian pomè, Bennale, e storie e tradizioni raccontate nei punti caratteristici dell’itinerario. Quota di partecipazione : 12 € adulti, 6 € ragazzi delle elementari e medie, gratuita per i più piccoli. Anche se non obbligatoria è gradita la prenotazione presso gli uffici comunali o Sergio Maritano 011.9644278 o Alberto Borello 011.9632509.

Sui sentieri della Chiusa

IL TERRITORIO

Il centro del paese, deviando dalla strada antica di Francia, si può attraversare il borgo vecchio chiamato “Il rustico”. Attraversato da Via dei Longobardi, sulla quale si affacciano alcune tra le più antiche case del Paese. Al termine di questa via si incontra la Chiesetta di Santa Croce del 1760. E’ chiamata così perchè vi si conservava come reliquia un pezzo della croce di Gesù. Il campanile del 1789 e le campane furono benedette da Papa Pio VII mentre si recava in Francia prigioniero di Napoleone. Proseguendo verso Vaie si incontra ancora l’antica casa di Posta così chiamata perchè adibita al cambio dei cavalli delle diligenze e la Cappella delle Grazie. Di notevole interesse sono anche le chiesette delle borgate montane. Madonna della Neve nella borgata Basinatto e Madonna degli Angeli nella borgata Bennale. La Chiusa si presta, inoltre, ad essere apprezzata per la sua vivibilità a contatto con la natura ed il verde.