A Buttigliera Alta il Giorno della Memoria con il messaggio “Un vaccino contro l’indifferenza” La lezione sul contesto storico di Amalia Neirotti

BUTTIGLIERA ALTA – Quest’anno, per la prima volta, le consuete celebrazioni del “Giorno della memoria” delle vittime della Shoa dovranno essere svolte a distanza anche a Buttigliera Alta. Per rispettare le misure di prevenzione della pandemia da Covid-19, le iniziative avranno come protagonisti i più giovani alunni dei plessi scolastici cittadini. Per rispettare l’imperativo della trasmissione del testimone del messaggio cuore della ricorrenza alle nuove generazioni. Quindi assumeranno la formula del videomessaggio e della videolezione, raccogliendo, anche per il 2021, la disponibilità delle istituzioni e delle associazioni locali.

PER I RAGAZZI

I ragazzi delle secondarie di primo grado riceveranno un contributo multimediale da parte dell’Amministrazione Comunale. Sarà fruito in ogni singola classe, durante le ore di lezione. Evitando la consueta conferenza in plenaria, con gli interventi del Sindaco, Alfredo Cimarella e dell’Assessore alle Politiche Educative, Laura Saccenti, la lezione sul contesto storico di Amalia Neirotti del “Comitato Colle del Lys” e la lettura di brani tratti da testi celeberrimi come “Se questo è un uomo” e “Il diario di Anna Frank”. A cura delle volontarie della biblioteca civica “Ida Carlini”. “Una ricorrenza che non potevamo non celebrare, nonostante il complicatissimo contesto che stiamo attraversando” spiegano il Sindaco Cimarella e il Vicesindaco Saccenti. “Abbiamo deciso di concentrarci sulla fascia dei ragazzi delle scuole, la più sensibile alla tematica, partendo da una riflessione di Liliana Segre, che in questi giorni ci ha parlato della necessità di un “vaccino contro l’indifferenza”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!