Crea sito

Venaus: dopo gli scontri dei Centri Sociali contro le Forze dell’Ordine inizia il Festival Alta Felicità Da giovedì 26 a domenica 29 luglio

VENAUS – Dopo i durissimi scontri che hanno visto i NoTav e gli appartenenti a diversi Centri Sociali, molti dei quali denunciati dalle Forze dell’Ordine, provocare disordini e teppismo in Valsusa, il movimento cambia pelle e da il via al Festival Alta Felicità.

La sede è sempre la stessa, Venaus, amministrata da Nilo Durbiano, dipendente delle ferrovie convinto elettore Cinquestelle e contrario alle opere ferroviarie e si terrà da venerdì 27 fino alla sera di domenica 29 luglio.

Ci sarà il solito programma di concerti e  incontri a tema. Non mancherà la musica con i gruppi legati ai Centri Sociali da tutta Italia. Sul palco tra gli altri: Après la classe, Rancore, Train to Roots, Twee, Papazeta, e ancora, Sud Sound System & Bag A Riddim Band, Dub Inc, Le luci della centrale elettrica, Pop X, Tonino Carotone, HK et Les Saltimbanks, Villa Ada Posse,  Corimé e Twang.

Sul palco anche Piotta, Murubutu, Franco Ricciardi & Ivan Granatino & Terroni Uniti, Talco, The Real McKenzies, Le Peuple de L’Herbe, Soviet Suprem, Dr. Lo Sapio feat. Bandakadabra, Persiana Jones, Vallanzaska e Ruggero de “I timidi”.

Sabato 28 luglio è stata organizzata anche una visita in Val Clarea, durante la quale per alcune ore i partecipanti andranno a Chiomonte a vedere il cantiere dell’alta velocità che in questi mesi sarà rinnovato per dare il via ai nuovi lavori di scavo.

Il sipario si alzerà, per un pubblico più adulto, con l’opera di Giacomo Puccini: Madama Butterfly. L’appuntamento è per giovedi 26 luglio alle ore 21.