Crea sito

Turismovialattea scende in collina alla Fiera del Tartufo Bianco d’Alba Massimo Bonetti: "Un’esperienza che serve anche a rafforzare il legame già esistente a livello di eccellenze che serviamo a tavola"

ALBA – Le eccellenze di un territorio unico nel suo genere, le Colline Unesco di Langhe, Roero e Monferrato sono il segreto dello storico successo alla base dell’88° Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, straordinario appuntamento enogastronomico tenutosi dal 6 ottobre al 25 novembre. Turismovialattea ha accolto l’invito dell’Ente Turismo Langhe, Monferrato, Roero, per condividere una giornata con lo scopo di promuovere l’imminente apertura della stagione invernale sulle montagne olimpiche della Vialattea prevista per il prossimo 7 dicembre.

Le Colline Unesco di Langhe, Roero e Monferrato, ospitandoci in questa giornata – spiega Massimo Bonetti, presidente del Consorzio Turistico Via Lattea – hanno simbolicamente accorciato le distanze dalle Montagne Olimpiche della Vialattea. Siamo pronti a ricambiare quest’opportunità di visibilità nel corso della stagione invernale dove abbiamo importanti flussi turistici nazionali ed internazionali che arrivano da noi per le settimane bianche. Presentare loro un territorio speciale, come le Langhe, Roero e Monferrato, assieme alle eccellenze enogastronomiche rappresenta un valore aggiunto ai nostri ospiti che vengono per sciare e scoprono un’altra meta per un nuovo viaggio in Piemonte. Un’esperienza che serve anche a rafforzare il legame già esistente a livello di eccellenze che serviamo a tavola, dai pregiati vini al tartufo bianco d’Alba.Infine, vorrei rivolgere un particolare ringraziamento per l’accoglienza a Mauro Carbone, direttore dell’Ente Turismo Langhe, Monferrato, Roero, ed a Liliana Allena e Marco Scuderi, rispettivamente direttore e vicedirettore dell’Ente Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba”.

Proprio la prossimità, che diversi non conoscevano, assieme alle immagini che scorrevano nel video con le piste da sci alpino e sci di fondo, le attività sulla neve unitamente all’accoglienza e alla nostra tipica offerta enogastronomica alpina sono stati argomenti convincenti. Tanto validi che diverse persone hanno lasciato Alba con l’idea di venirci a scoprire durante la stagione invernale. Un’opzione condivisa anche dagli appassionati di passeggiate, escursioni, bici e motori in chiave di lettura estiva.