Crea sito

Sant’Antonino: guerra ai botti di Capodanno L'ordinanza emessa il 24 dicembre dal sindaco Susanna Preacco vieta qualsiasi gioco pirotecnico

SANT’ANTONINO – Guerra ai botti di Capodanno con l’ordinanza dell’amministrazione comunale che vieta sul territorio  per tutto il corso dell’anno e in particolare fino all’8 gennaio 2019, di far esplodere fuochi d’artificio, petardi e “botti”.

L’ordinanza emessa il 24 dicembre dal sindaco Susanna Preacco, prevede sanzioni da 25 a 250 euro per i trasgressori.

E’ severamente vietato inoltre raccogliere fuochi d’artificio inesplosi eventualmente rinvenuti e affidare ai bambini prodotti che, seppure non espressamente vietati, richiedano perizia nel loro impiego e comportino un livello anche minimo di pericolo.

L’ordinanza del sindaco muove dalla constatazione che sempre più spesso l’uso di materiali esplodenti per festeggiare il nuovo anno provoca infortuni spesso gravi e spaventa gli animali domestici.