Crea sito

Rivalta: la mozione SiTav di Colaci non passa, il Pd vota contro Colaci: "Il PD è un partito spaccato anche contro Chiamparino"

Michele Colaci

RIVALTA – “Voto no alla mozione del capogruppo di Forza Italia Michele Colaci, perchè l’Alta Velocità andrà a compromettere irrimediabilmente il territorio rivaltese, perchè il commissario di governo, Paolo Foietta e i suoi tecnici non hanno saputo fare previsioni corrette sulla tratta e perchè’ le future tecnologie potranno fornire soluzioni alternative al trasporto merci su rotaie” queste sono le giustificazioni addotte dal primo cittadino rivaltese e dalla sua maggioranza, PD compreso in blocco, per respingere la mozione a favore della TAV presentata da Michele Colaci in Consiglio Comunale.

Spiega Colaci: “Il testo in questione chiedeva di contrastare la revoca del  progetto di Alta Velocità paventata dal ministro Toninelli e dal governo grillino e di esprimere un minimo di solidarietà verso l’operato dell’osservatorio e del commissario di governo che non hanno nemmeno avuto il piacere  di essere ricevuti dal ministro avendone fatto richiesta. evidentemente – afferma Colaci – il sindaco e il Pd rivaltese  non sono affatto allineati sulle posizioni del presidente Chiamparino e del suo partito“.

Spiace, infatti, che tali furberie, utili a non prendere posizione, contribuiscano esclusivamente a creare confusione politica e a destabilizzare il quadro politico della nostra zone e dell’intera regione, specialmente in prossimità delle imminenti elezioni. dopo ieri sera – sostiene sempre Colaci – con la bocciatura della mozione, tutto il centro-sinistra e Rivalta sostenibile la maggiranza rivaltese si sposta irrimediabilmente verso quelle persone che vorrebbero ridurre in povertà le nostre zone e i nostri territori, imponendoci un modello di sviluppo imperniato sulla “decrescita felice“.