Crea sito

Pian del Frais di Chiomonte: la società PDF ha cercato l’accordo per l’apertura La PDF: "Non è assolutamente nostra intenzione abbandonare il Frais"

CHIOMONTE – Come anticipato da settimane la stagione sciistica al Pian del Frais probabilmente non avrà inizio. E’ notizia nota l’incontro avvenuto in Comune tra tutti gli attori in causa a Chiomonte e l’esito negativo che ebbe nonostante un possibile accordo voluto da più parti. A mettere quella che sembra una pietra tombale sull’inverno è la società Pian del Frais (PDF) che nell’ultimo anno gestì gli impianti sia della società Dedalo sia del Comune. In una nota diffusa su Facebook lo staff della PDF scrive: “In riferimento agli ultimi eventi e alle ultime pubblicazioni sui media sul futuro del Frais, intendiamo fornire i chiarimenti in merito alla nostra posizione, in risposta alle numerose persone che ce ne hanno chiesti. Sin dal giorno dopo la chiusura degli impianti la passata stagione, ci siamo visti costretti, nostro malgrado, ad affrontare una serie di difficoltà date da scoperte sconcertanti e azioni a nostro danno che ci hanno colpito sul piano economico e professionale oltre che umano ed hanno richiesto il costante supporto da parte del nostro studio legale“.

Per parte nostra abbiamo deciso di fare un ultimo tentativo formulando una nostra proposta

Aggiungono poi: “Sino ad oggi abbiamo preferito rimanere in silenzio, sia per evitare di interferire con le iniziative promosse, sia per evitare di promuovere altre azioni che avrebbero, però, potuto andare a discapito del Pian del Frais. Abbiamo sopportato ed affrontato e stiamo affrontando giorno per giorno la non facile situazione in cui ci troviamo, purtroppo non una novità per il Pian del Frais, facendo quanto possibile e perdendoci il sonno. Per parte nostra abbiamo deciso di fare un ultimo tentativo formulando una nostra proposta per risolvere la complessa situazione in cui ci troviamo, manifestando ancora una volta la nostra ferma volontà a tenere fede agli impegni assunti e a continuare con la gestione degli impianti anche per la prossima stagione.  L’esito di questa nostra proposta, purtroppo però, non dipende da noi“.

Il comunicato datato 8 novembre si conclude: “Abbiamo dato un termine ultimo del 20 novembre a seguito del quale, se tale nostra proposta dovesse avere nuovamente esito negativo, non saremo più in condizione di fare quanto vorremmo per il Frais e non ci resterà che procedere lungo le vie già intraprese. Concludiamo questo nostro messaggio per assicurarvi che non è assolutamente nostra intenzione abbandonare il Frais, come dimostra questo nostro ultimo tentativo, che manifesta la volontà di portare avanti il nostro progetto per far sì che sulla nostra meravigliosa località torni a splendere il sole. Cosa che dovrebbe accomunare tutti coloro che il Frais lo amano davvero. Ringraziamo tutti quelli che, pur nel nostro silenzio di questi mesi, segno di rispetto nei confronti del Frais, conoscono la battaglia che stiamo affrontando e ci hanno sostenuto e continuano a sostenerci ogni giorno. Vi aggiorneremo non appena avremo maggiori dettagli concreti“.