Crea sito

Oulx: per il Festival “Montagne in noir” all’Istituto Des Ambrois si parla del rapporto tra fiction e cronaca Venerdì 14 settembre alle ore 10

Oulx, il Liceo Des Ambrois

OULX – Venerdì 14 settembre alle ore 10 , per la rassegna-festival “Montagne in Noir”, organizzata in collaborazione con il Comune di Bardonecchia, lo scrittore Rocco Ballacchino e i giornalisti Giorgio Ballario e Claudio Giacchino  parleranno del rapporto tra fiction e cronaca.

Rocco Ballacchino

Laureato in Scienze della comunicazione. È autore dei gialli, editi da Il Punto – Piemonte in Bancarella, Crisantemi a Ferragosto del 2009, Appello mortale, del 2010 e Favola Nera del 2012, quest’ultimo scritto a quattro mani con il giornalista Andrea Monticone. Dopo Trappola a Porta Nuova, edito dai Fratelli Frilli Editori, ha pubblicato Scena del crimine-Torino piazza Vittorio, Trama imperfetta-Torino piazza Carlo Alberto, Torino Obiettivo Finale e Tredici giorni a Natale in cui al centro della scena c’è il duo investigativo composto dal commissario Sergio Crema e dal critico cinematografico Mario Bernardini. Dal 2018 è il curatore della collana di gialli per ragazzi I Frillini, per la quale ha pubblicato I gemelli Misteri e l’invasione zombie. È tra i fondatori del collettivo di scrittori ToriNoir.occo Ballacchino:

Giorgio Ballario

È nato a Torino nel 1964, è giornalista e lavora a La Stampa. Oltre a “Il destino dell’avvoltoio”, ha pubblicato cinque romanzi: “Morire è un attimo”, “Una donna di troppo”, “Il volo della cicala”, “Le rose di Axum” e “Nero Tav”, oltre a racconti in svariate antologie giallo-noir, tra cui, “Porta Palazzo in noir” nel 2016 e “Il Po in noir” nel 2017.

Nel 2010 ha vinto con “Morire è un attimo” il Premio Archè Anguillara Sabazia e nel 2013 il Premio GialloLatino con il racconto “Dos gardenias”. Con “Vita spericolata di Albert Spaggiari”, biografia di un famoso ladro francese degli anni Settanta, è stato finalista al Premio Acqui Storia. L’ultima opera, “Fuori dal coro”, del 2017, è una galleria di personaggi irregolari e controcorrente del Novecento.

Dal 2014 è presidente di Torinoir, sodalizio di scrittori torinesi malati di noir.

Claudio Giacchino

Ex cronista di nera, giudiziaria e calcio, ha esordito nel 2000 rievocando il famoso caso di cronaca torinese Ballerini-Pan. A seguire, un romanzo sul terrorismo di prima linea, diversi gialli e tre ricostruzioni di celebri delitti. L’anno scorso ha pubblicato “Cronaca nera mon amour” 1 e 2.

Nel maggio del 2014 è uscito “Torino Pulp”.

Nel novembre 2015 è approdato in libreria “La cavalcata del mondo”, dedicato al Torino di Emiliano Mondonico.