Crea sito

Nuove apparecchiature sanitarie e lavori di efficientamento all’ospedale di Rivoli e al Polo sanitario di Giaveno Asl To 3 è riuscita a maturare un utile netto di 7,5 milioni di euro

Rivoli, ospedale

RIVOLI – La Regione Piemonte ha appena approvato il Bilancio consuntivo 2017 dell’ASL TO3; e quella che può apparire una normale formalità contabile ha invece un ben diverso significato per la nostra ASL e nel progressivo miglioramento del servizio reso ai propri cittadini.

Infatti, con l’approvazione del documento, viene riconosciuto che l’Azienda è riuscita a maturare un utile netto di 7,5 milioni di euro, circostanza che sbloccherà, per il secondo anno consecutivo, altrettanti preziosissimi investimenti in apparecchiature ed attività sanitarie negli ospedali e più in generale nei servizi sanitari, anche territoriali, dell’Azienda.

I 7,5 milioni di risparmi derivaino dalle limature nell’erogazione di servizi sanitari: lo confermano altresì i dati forniti dal controllo di gestione aziendale; basta analizzare i valori della produzione 2017 cumulativi di tutti i ricoveri e le prestazioni sanitarie e specialistiche svolte in ambito sia ospedaliero sia territoriale per accertare che tale produzione è stata incrementata di 1,7 milioni di euro pari all’1,3 % rispetto all’anno precedente.

Il piano di efficientamento dell’Asl To 3

Il piano di efficientamento è generato da molteplici fattori produttivi che hanno consentito risparmi per oltre 6 milioni di euro; 600 mila euro di risparmi nella telefonia, nelle bollette energetiche, grazie ai sistemi Led ed alla cogenerazione presso l’ex Cottolengo, 120 mila euro risparmiati da minori affitti dovuti alla razionalizzazione delle sedi aziendali, 500 mila dovuti alla rinegoziazione di contratti, altri 300 mila per risparmi in beni non sanitari, dai supporti meccanografici ai combustibili e alla cancelleria.

Altri risparmi per 2,5 milioni di euro sono dovuti essenzialmente all’appropriatezza prescrittiva, con maggiore diffusione di farmaci generici nelle prescrizioni del medici di famiglia e degli specialisti ASL, alla modifica e centralizzazione dei sistemi di acquisto dei farmaci, compresi quelli forniti a domicilio, ed alla razionalizzazione delle forniture a pari servizio ai cittadini in ambito di assistenza protesica.

Viceversa nessuna economia è stata registrata rispetto a quanto previsto per la spesa del personale dipendente e convenzionato.

Gli interventi all’ospedale di Rivoli

Nella lista degli interventi è previsto l’acquisto di nuovi sistemi di monitoraggio per la Rianimazione a Rivoli e

il tanto atteso completamento del 4° piano.

I lavori al Polo saitario di Giaveno

Per quanto riguarda il polo sanitario è previsto il completamento urgente del tetto con la spesa prevista di 150 mila euro, sistemazione delle aree esterne  e messa a norma anticendio della struttura.

Flavio Boraso, direttore generale dell’Asl To3, è soddisfatto”Siamo riusciti ad archiviare i molti consuntivi in perdita degli anni passati, che non avevano consentito un rinnovo significativo, per parecchio tempo, delle apparecchiature sanitarie aziendali, ancorché in taluni casi obsolete. Stiamo raccogliendo i frutti di un piano di efficientamento gestionale serio e determinato, che produce utili di tutto rilievo e dunque possibili investimenti. Un piano di risparmi che non incide minimamente sui servizi sanitari che invece registrano infatti un aumento nei valori della produzione. Tutto ciò si rende possibile non solo perché l’Azienda ha lavorato molto sulla riorganizzazione del sistema in tutti i settori, ma anche perché la stessa Regione ha fatto sistema con le ASL adottando atti e decisioni che hanno consentito in molti casi tali risparmi. Registriamo un altro ottimo risultato, del quale siamo orgogliosi, merito dell’impegno e della dedizione di chi, a prescindere dai ruoli, in Azienda opera credendo nella crescita del nostro Servizio Sanitario pubblico.”