Crea sito

I NoTav in “gita” al cantiere della Maddalena: venti fermati e denunciati per danneggiamento Nel gruppo Giorgio Rossetto ex terrorista di Prima Linea

Movimento NoTav (foto NoTav Info)

CHIOMONTE – Si è svolta nel pomeriggio la manifestazione organizzata dal Movimento No-Tav nei giorni del Festival dell’Alta Felicità. Alla protesta hanno partecipato un migliaio di persone, fra le quali appartenenti al Movimento, all’area dell’antagonismo di matrice autonoma ed anarchica e numerose persone da tutta Italia appartenenti ai Centro Sociali.

Il corteo è partito dal campeggio di Venaus e, superando Giaglione, ha raggiunto lo sbarramento predisposto a tutela del cantiere. Alcune persone hanno abbattuto la recinzione predisposta, anche utilizzando un flessibile portatile. Era presenti esponenti del Centro Sociale Askatasuna di Torino, fra i quali Giorgio Rossetto e Mattia Marzuoli, di recente colpiti dalla misura cautelare degli arresti domiciliari e liberati dagli arresti da pochi giorni.

Le Forze dell’Ordine non hanno reagito alle provocazioni

La Questura segnala che oltre venti persone sono state individuate e saranno denunciate per danneggiamento. Lo schieramento delle forze di Polizia, predisposto a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, non ha raccolto le numerose provocazioni e non ha reagito ai comportamenti anche penalmente che hanno contraddistinto l’azione dei NoTav. Poco dopo aver raggiunto la valle Clarea, i manifestanti sono ritornati al punto di partenza, senza raggiungere il cantiere della TAV a Chiomonte.