Crea sito

Molti disagi alla circolazione per Bardonecchia in attesa dei lavori sulla frana di Royeres Una frana caduta ad aprile blocca la circolazione, non sono stati iniziati i lavori di ripristino

Oulx, la frazione Royeres

OULX – Era lunedì 9 aprile quando una grande frana cadde dalla montagna fin sotto i piloni dell’autostrada Torino-Bardonecchia lambendo la Strada Statale 335 che unisce Oulx a Bardonecchia, nei pressi nella frazione Royeres.  Nulla cadde, ed è caduto, sulla strada ma per tutela il traffico è stato chiuso in attesa dei necessari lavori di ripristino della sponda della montagna. Da allora sono stati sistemati dei sacchi contenitore in appoggio al muro di contenimento e null’altro.  Il ripristino è in capo all’Anas, l’ente delle strade, che ha dato mandato alla Sitaf, la società che gestisce l’autostrada Torino-Bardonecchia che dovrà provvedere alla sicurezza delle pendici con il posizionamento di reti paramassi.

Trenta chilometri anzichè tre per andare e tornare da Royeres a Bardonecchia

Ci sono molti disagi legati all’interruzione della strada. La tratta Bardonecchia-Oulx è percorribile solo in autostrada, con il motorino o con mezzi non idonei al tratto autostradale. Come dire che sulla stessa strada una moto passa in sicurezza un’auto no. La Strada Statale è chiusa dal rettilineo prima della località Roccatagliata fino circa 100 metri prima della borgata Royeres di Oulx. Così gli abitanti delle frazioni di Villar, Royeres e Beaulard per andare a Bardonecchia devono prendere l’Autostrada da Savoulx e al ritorno invece da Bardonecchia devono uscire a Oulx e tornare indietro. Succede così che un residente nella frazione di Royeres invece di fare tre chilometri per arrivare a Bardonecchia ne deve percorrere tra andata e ritorno quasi 30.