Crea sito

Le informazioni da fornire al 118 e al Soccorso Alpino in caso di emergenza Una buona comunicazione può facilitare e accelerare le operazioni di soccorso

Elicottero, Soccorso Alpino

TORINO – Un importante suggerimento fornito dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino da ricordare in caso di emergenza fornire dati identificativi dell’infortunato (nome, cognome, età, ecc.) e numero telefonico di un altro apparato mobile o fisso (es. il primo potrebbe essere occupato o avere problemi di carica in caso di necessità, ecc.).

Bisogna descrivere sommariamente lo scenario e la dinamica dell’incidente con precisazione dell’ora in cui è accaduto, il coinvolgimento di soggetti terzi e precisazione sul numero degli infortunati e sulle loro generiche condizioni.

Garantire all’operatore del NUE 112 o del 118 le seguenti informazioni relative al soggetto: * stato di coscienza/incoscienza * difficoltà respiratorie * emorragie in atto * dolori accusati * possibili traumi * ecc.

Descrivere il luogo ove è avvenuto l’incidente e garantire riferimenti che possano renderlo identificabile partendo dal “generale” per pervenire al “particolare” (zona, gruppo montuoso, versante, sentiero, ecc.,), fornendo se possibile il toponimo esatto).Rappresentare le condizioni meteorologiche del luogo e descrivere con precisione lo stato di visibilità, per esempio “500 metri in linea d’aria”.

Comunicare l’esistenza di ostacoli al volo verticali e orizzontali, quali elettrodotti, teleferiche, cavi sospesi e ogni altro elemento che possa risultare di impedimento alla sicurezza del servizio di elisoccorso , per esempio la presenza di molte persone in loco, la presenza di materiali diversi sul terreno.

Garantire le notizie che possono facilitare l’intervento: presenza di persone che hanno assistito all’incidente e se sono in grado di collaborare, personale sanitario, personale CNSAS, Guide Alpine, e la presenza di altri ostacoli e/o difficoltà contingenti in relazione all’infortunato ed ai luoghi d’accesso via terra.

Restare a disposizione dell’operatore del 118 e delle squadre di soccorso, mantenendo la calma e cercando di tranquillizzare l’eventuale persona ferita. Rimanere in posizione di sicurezza, non spostare il soggetto traumatizzato anche se cosciente, non somministrare cibi e bevande e non somministrare medicinali.