Crea sito

L’associazione Adesso Avigliana pronta ad una nuova campagna d’informazione Spanò e Falchero alla cena dell'associazione hanno riassunto un anno di attività

AVIGLIANA – Più di cento persone hanno partecipato alla cena d’auguri dell’Associazione Adesso Avigliana a cui fanno capo i consiglieri comunali Toni Spanò e Simona Falchero. Ospiti il senatore Stefano Esposito, l’onorevole Daniela Ruffino e il consigliere di Città Metropolitana Paolo Ruzzola. In sala il segretario delle Lega di Avigliana Gianni Rosso, consiglieri comunali di diverse realtà e gli iscritti all’associazione. Un messaggio d’auguri è arrivato anche dal Senato da parte di Marzia Casolati (Lega) impegnata con i lavori della Legge finanziaria. Il presidente dell’associazione Piergiorgio Boffa si è complimentato con i presenti rammentando la caparbietà e la volontà del connubio di lavorare per Avigliana: “Male amministrata da una minoranza che senza il consenso popolare sta portando allo sbando la città”.

I consiglieri di Avigliana

Toni Spanò e Simona Falchero hanno portato il loro saluto e ringraziamento agli associati che partecipano sempre con idee, presenza e consigli all’attività politica. I due consiglieri hanno descritto un’amministrazione che non ha mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale e non ha lo spessore politico per gestire la città. “Sono una minoranza in città e in questi mesi hanno dimostrato a tutti la loro pochezza amministrativa – ha detto Spanò – che noi vogliamo rimarcare con una nuova campagna informativa, perchè è giusto che tutti gli aviglianesi sappiano di quali colpe sono artefici”. La Falchero ha poi ricordato che l’aiuto di tutti è indispensabile e può essere dato con consigli durante le riunioni, con le buche della posta di “Adesso Avigliana” presenti in città e con il contatto diretto.

Da Roma a Torino, passando per la Valle

Daniela Ruffino ha poi fatto una panoramica sugli avvenimenti parlamentari e si è poi espressa sulle prossime elezioni amministrative e regionali. “E’ giusto che in ogni comune ci sia una lista di rappresentanza, un punto di forza per una politica attiva, onesta che guardi al futuro della valle e non alla sua arretratezza – detto l’onorevole – in Valle di Susa i Cinquestelle hanno avuto una sonora sconfitta così i NoTav sempre meno influenti e di peso. Ognuno deve essere protagonista e partecipe della vita politica perchè non possiamo delegare a improvvisati e pericoli personaggi come a livello nazionale”. Paolo Ruzzola ha rimarcato la confusione che regna in Città Metropolitana con l’Appendino che non partecipa e quando c’è un voto è in minoranza. Ruzzola ha poi rilanciato l’azione politica del centro-destra che dovrà passare con l’impegno nella prossima consigliatura regionale.