Crea sito

L’apertura del Pian del Frais in forte dubbio. Incontro tra le parti per trovare un accordo Il sindaco cercherà una soluzione, Cerutti si dice pessimista

Chiomonte, Pian del Frais

CHIOMONTE – Frais si, Frais no. La stagione alle porte non da certezze per gli amanti dello sci dei declivi chiomontini del Pian del Frais. Oggi i soggetti in campo sono diversi ed una soluzione, almeno per la stagione 2018/19, sembra davvero lontana. Il comune ha in proprietà le due seggiovie, quella da Chiomonte al Frais, e quella sui campi da sci. La società Dedalo, erede della Seggiovie Chiomonte di Cerutti, ha gli altri impianti dati in affitto, l’anno scorso, alla PDF, Pian del Frais, di Fabio Bonzi.

A quanto si apprende tra questi ultimi due soggetti sarebbe sorta una questione legale legata alla passata gestione, impiccio non da poco per percorrere  una strada comune come avvenne dodici mesi fa. Il Comune sembra avere le mani legate dal poter fare un appalto di gestione che avrebbe senso se ad un unico soggetto su tutta l’area; sia comunale che privata della Dedalo. Per cercare una possibile soluzione il sindaco Ollivier incontrerà tutte le parti nella prima settimana di novembre. Intanto già si parla dei progetti che saranno in atto nel nuovo anno che dovrebbero dare una schiarita definitiva alla stazione sciistica da troppi anni al centro di controversie e intrecci societari.