Crea sito

La Lega di Giaveno su Giacone: “Non si presenta con il bilancio e fa perdere soldi dei cittadini” "La maggioranza non si è presentata in aula perché evidentemente non aveva i numeri"

Giaveno, Consiglio Comunale

GIAVENO -Anche la Lega entra nel dibattito politico dopo il Consiglio Comunale che non si è svolto per l’assenza dell’amministrazione. “Il consiglio comunale di Giaveno del 26 luglio con la maggioranza assente per protesta verso la minoranza, caso unico e del tutto singolare, ci lascia esterrefatti. – scrivono i leghisti in una nota – da tempo ormai eravamo convinti che il clima del consiglio comunale fosse poco proficuo, ma qui si arriva a comportamenti da faida e di bullismo che con la buona amministrazione a poco a che vedere. Noi abbiamo una visione semplice della questione, la maggioranza non si è presentata in aula perché evidentemente non aveva i numeri. Il perché li abbia persi strada facendo non è affare che ci riguarda, in quanto sono questioni interne alla maggioranza che per quattro anni ha agito in maniera compatta, poi evidentemente qualcosa ha smesso di girare. Cosa? Non lo sappiamo, con le supposizioni e le mezze frasi si alimentano solo sciocchezze da bar”.

Un comportamento irresponsabile

Ci riguarda è molto invece, l’aggravarsi dei costi del consiglio comunale, è assurdo infatti convocare una riunione: pagando le ore extra ai funzionari comunali oltre che le relative indennità ai consiglieri presenti per poi non presentarsi alle sedute. Un comportamento irresponsabile che possiamo supporre si potrà presentare ogni qual volta la maggioranza non avrà i numeri, aumentando i costi del consiglio in maniera immotivata. 

Ci chiediamo inoltre quale motivo abbia spinto la maggioranza a non presentare l’assestamento di bilancio, visto che durante la seduta pubblica il ragioniere comunale ha asserito essere pronto. Documento che ricordiamo deve essere votato entro il 31 luglio, documento fondamentale per l’ente. Non ci soffermiamo nemmeno sulle motivazioni lette qui e là sui social con toni trionfalistici o di accusa perché crediamo che i cittadini giavenesi si meritino qualcosina di più che questo consiglio fatto di liti interminabili, che il più delle volte alimentano solo e soltanto questioni personali lontanissime dall’interesse comune”.