Crea sito

Iren e Culligan, insieme per un futuro sostenibile L’obiettivo comune è quello di sensibilizzare le famiglie italiane sull’importanza della riduzione della produzione di rifiuti in plastica

Iren

TORINO – Iren e Culligan, leader mondiale nel trattamento acque da più di 80 anni, avviano una nuova collaborazione. L’obiettivo comune è quello di sensibilizzare le famiglie italiane sull’importanza della riduzione della produzione di rifiuti in plastica generati dall’uso di acqua in bottiglia. Secondo dati Censis, l’Italia è il primo Paese in Europa e il secondo al mondo per consumo di acque minerali in bottiglia, con una spesa media annua di 234€ pro capite ed un consumo medio annuo di 200 litri a persona. Ancora secondo un recente studio commissionato da Culligan a Lifegate – società punto di riferimento della sostenibilità in Italia – e realizzato dall’Istituto di Ricerca Eumetra, il 67% degli italiani preferisce acquistare acqua al supermercato, non ritenendo sufficientemente sicura quella del rubinetto.

Eppure il costo dell’acqua in Italia è tra i più bassi d’Europa, con tariffe fino a 3 volte inferiori rispetto alla media continentale. La filiera, inoltre, è sottoposta a rigidi controlli dalla captazione alle tubazioni che arrivano alle nostre case. L’errata convinzione sul basso livello di sicurezza dell’acqua pubblica italiana si scontra con quelli che sono i dati ufficiali: nel nostro Paese, infatti, la qualità dell’acqua pubblica destinata al consumo è estremamente alta.

Il consumo di acqua in bottiglia ha impatti ambientali di cui non tutti sono consapevoli: dalla dispersione della plastica nell’ambiente, alle elevate quantità di anidride carbonica prodotta durante i processi di produzione e trasporto delle bottiglie in plastica. Nella sola area di Torino, gli operatori AMIAT raccolgono giornalmente una media di 34 tonnellate di plastica, di cui circa il 55% è costituito da bottiglie. In base a questi dati, abbattere il consumo delle sole bottiglie d’acqua, significa risparmiare annualmente oltre 13mila tonnellate di petrolio e ridurre di oltre 27mila tonnellate all’anno le emissioni di anidride carbonica generate dai processi di produzione e trasporto. Il beneficio sull’atmosfera sarebbe paragonabile a quello generato da 748 nuovi alberi piantati sul territorio.

Il frutto della collaborazione fra Iren e Culligan è una nuova proposta per tutte le famiglie. Selfizz, il frigogasatore di Culligan ad alte prestazioni, disponibile alle migliori condizioni di mercato e che permette di avere acqua fredda, calda, a temperatura ambiente naturale o frizzante all’istante. Tutto eliminando eventuali residui di cloro e regolando il livello di gassatura e temperatura dell’acqua a proprio piacimento. E ciò che è più importante: evitando le spese e il trasporto dell’acqua in bottiglia e azzerando di fatto l’impatto ambientale di eventuali bottiglie di plastica.

La collaborazione ha generato soddisfazione da entrambe le parti, con Gianluca Bufo, AD di Iren Mercato, che si è detto “soddisfatto di aver visto aumentare il numero di prodotti che sono parte dell’offerta Newdownstream, che Iren mette a disposizione dei clienti e dei cittadini. Il nuovo prodotto presente nel nostro portfolio ha, inoltre, due fondamentali vantaggi: da un lato, contribuisce ad aumentare la sostenibilità delle scelte e delle abitudini delle famiglie italiane, dall’altro permette di valorizzare un bene di tutti come l’acqua pubblica del territorio”. Soddisfatto anche Marcello Miradoli, direttore marketing Emea Culligan, che dichiara: “La ricerca evidenzia un elevato indice di disinformazione che porta con sé pregiudizi e falsi miti” – afferma Miradoli. “In Italia, abitudini radicate e diffidenze diffuse hanno portato a scelte di consumo ‘non più sostenibili’. Oggi dobbiamo correre ai ripari e spiegare alla gente che l’acqua del rubinetto seppur migliorabile in termini di gusto è sottoposta a controlli sempre più severi, che la rendono molto più sicura di quanto non sia comunemente percepito. In quest’opera necessaria di informazione ed educazione sull’acqua potabile pubblica Culligan è naturalmente in prima linea”.

Per lanciare la loro collaborazione, Iren e Culligan hanno realizzato insieme una due giorni in programma allo Spazio Iren in via Confienza 10 a Torino. Venerdì 14 Dicembre dalle 14 alle 18 e sabato 15 Dicembre dalle 9:30 alle 13:30, esperti del settore tratteranno i temi relativi all’importanza della riduzione del consumo di plastica, alle modalità di valorizzazione della già buona acqua pubblica italiana e ai suoi numerosi possibili usi. Non mancheranno sorprese e attività di intrattenimento e di educazione per i più piccoli, i futuri protagonisti di un mondo migliore e più pulito.