Crea sito

Iniziano i corsi di lingua occitana, francoprovenzale, francese e gli appuntamenti con le animazioni territoriali in francoprovenzale Le minoranze linguistiche sono una realtà viva e sentita in Valsusa

NOVALESA – Iniziano i corsi in occitano, francoprovenzale, francese e gli appuntamenti con le Animazioni territoriali in francoprovenzale

Imparare una lingua minoritaria è un modo per scoprire il territorio e le sue genti: è questo il modello adottato nei corsi base di occitano e provenzale promossi dalla Città metropolitana, nell’ambito delle iniziative a tutela delle lingue minoritarie, e organizzati da Chambra d’Òc.

Le minoranze linguistiche sono una realtà viva e sentita, la Città metropolitana coordina la promozione attraverso l’attuazione della Legge nazionale dedicata alle lingue minoritarie in Italia: nel territorio metropolitano sono 37 Comuni che tutelano l’occitano, 51 Comuni il franco provenzale e 30 Comuni il francese. Identità precise che hanno le proprie radici nel passato ma che si integrano nel futuro dei territori montani come elementi culturali e sociali, caratterizzanti per lo sviluppo del territorio.

I corsi sono rivolti al personale della Pubblica amministrazione, aperto agli operatori culturali e a tutta la cittadinanza.

Il Decamerone in occitano

Il corso di lingua occitana è articolato in 7 incontri itineranti in Valsusa che prendono le mosse dalla presentazione del lavoro di traduzione di Giovanna Jayme di novelle tratte dal Decamerone di Giovanni Boccaccio.
La traduttrice colloquierà con Evelina Bertero e nelle serate in calendario, verranno proiettate delle novelle raccontate dall’autrice in lingua occitana, sottotitolate in italiano.

Il programma

Il francoprovenzale di Novalesa

Il corso base di lingua francoprovenzale è articolato in 9 incontri frontali, condotti da Matteo Ghiotto, in cui verranno introdotti gli elementi fondamentali della lingua attraverso attività che consentano ai partecipanti di acquisire conoscenze linguistiche e, più in generale, competenze legate ai suoi diversi ambiti di uso.

Dal racconto alla toponomastica, dalla conversazione alla traduzione, il francoprovenzale verrà presentato nella sua ricchezza lessicale, fonetica e semantica con una particolare attenzione rivolta alla varietà novalicense. Il municipio di Novalesa ospiterà le lezioni.

Corso di francese primo e secondo livello

Il corso base di lingua francese intende introdurre gli elementi fondamentali del lessico e della grammatica in modo da offrire le competenze legate a una comunicazione e alle conoscenze nell’ambito ospedaliero.

Dalla conversazione alla traduzione, il corso di francese secondo livello ci permetterà di acquisire una ricchezza lessicale e fonetica con una particolare attenzione rivolta al linguaggio medicale. I dieci incontri previsti saranno supportati da dispense, fotocopie e materiale messi a disposizione.

Animazione territoriale in francoprovenzale

Da ottobre a dicembre 2018 “Animazione territoriale in francoprovenzale”, una serie di appuntamenti dedicati a film documentari, presentazione di libri e nuove creazioni: si inizia a Giaglione il 26 ottobre, per finire a Condove il 15 dicembre.

Informazioni