Crea sito

In Montagna scomparse oltre 300 mila aziende agricole Coldiretti e Uncem insieme per incentivare il presidio del territorio

TORINO – Nasce l’alleanza fra agricoltori e i comuni montani contro il rischio idrogeologico che colpisce il 91,3% dell’Italia favorito dall’abbandono dei territori di montagna. L’accordo siglato dal Presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo e dal Presidente di Uncem (Unione nazionale Comuni, Comunità ed Enti montani) Marco Bussone punta a contrastare l’erosione dei terreni e la desertificazione favorendo servizi di vigilanza e di soccorso in caso di calamità naturali nei territori di montagna che negli ultimi 20 anni – spiega Coldiretti – hanno perso più di un’attività agricola su due con la scomparsa di oltre 300 mila aziende agricole.

In Val Susa sono presenti 31 caseifici d’alpeggio

L’obiettivo è creare un presidio territoriale permanente contro l’abbandono sviluppando opportunità economiche ed occupazionali fondate sulle grandi risorse ambientali, paesaggistiche ed agroalimentari dei comuni di montagna. Per questo Coldiretti e Uncem per incentivare il presidio del territorio nei contesti rurali e nelle aree montane promuovono lo sviluppo e la creazione di filiere forestali al fine di mantenere forme di regimazione e protezione delle risorse idriche e di contribuire efficacemente all’azione di mitigazione e di adattamento ai cambiamenti climatici.