Crea sito

Il compostaggio a Condove: istruzioni per l’uso per una buona pratica Una serata in biblioteca con i cittadini per l'uso del composter

Condove, serata sul compostaggio

CONDOVE – Una serata d’informazione e formazione sull’uso del compostaggio. Differenziare bene i rifiuti è importante sia per l’ambiente, sia per le nostre tasche. Una filiera che può essere gestita in proprio, abbassando così il costo della raccolta e la quantità di rifiuto da smaltire è quella dell’organico. Di questo si è parlato ieri sera, con un tecnico dell’Acsel e l’assessore Jacopo Suppo che ne ha spiegato i vantaggi. da segnare per chi non ha potuto partecipare ieri sera per venerdì 30 novembre per un incontro bis.

Il compost non è altro che un miscuglio di rifiuti organici, in stato di decomposizione, e di scarti da giardino, erba secca e rami spezzettati. Il compost si fa per due principali motivi: ridurre i rifiuti organici da buttare nell’immondizia, quindi ridurre la quantità di immondizia prodotta in casa produrre concime fertile per le nostre piante.

Ecco come fare il compost in 5 passaggi

La Compostiera. Per iniziare a fare il compost domestico è necessario un contenitore adatto a tale scopo. La dimensione della compostiera varia in base alla quantità di rifiuti prodotti: se siete in poche persone a casa, scegliete uno di dimensioni modeste. Il luogo adatto. Il luogo in cui posizioneremo la nostra compostiera è determinante affinchè si ottenga un buon compost, per questo è sconsigliato posizionare il contenitore in un luogo esposto direttamente ai raggi solari, ma è da evitare anche un posto eccessivamente umido. Il terreno su cui si poggia la compostiera deve essere asciutto e pianeggiante. Quali rifiuti compostare? Non tutti i rifiuti sono adatti al compost, anzi, alcuni potrebbero anche rovinarlo. Per questo si consiglia di mettere solo determinati tipi di rifiuti organici: verdure, carta di giornali, bustine del te, foglie, erba e rifiuti da giardino.

Aspettiamo. Il quarto passaggio è forse il più noioso ma quello che alla fine ci restituirà un ottimo concime per il nostro giardino: l’attesa. Infatti non appena tutti gli “ingredienti” nella compostiera dovremo attendere almeno una o due settimane affinchè inizi il processo di decomposizione dei rifiuti. Ce ne accorgeremo quando avvicinando la mano sentiremo del calore, prodotto proprio dal processo di compostaggio. Utilizzo. Il compost sarà pronto per essere utilizzato quando il colore sarà scuro e uniforme. A questo punto potremo prendere il nostro compost e mischiarlo insieme alla terra delle nostre piante. Il tempo stimato di attesa prima di utilizzare il compost varia: minimo bisognerà aspettare almeno un mese e mezzo.