Crea sito

Giaveno: l’amministrazione convoca il consiglio comunale e non partecipa, solo le minoranze presenti Il consiglio non si è potuto svolgere per mancanza del numero legale

Giaveno, il Consiglio Comunale

GIAVENO – Tutto il gruppo di maggioranza, Sindaco compreso, non si è presentato al consiglio comunale indetto per oggi giovedì 26 luglio con vari punti importanti all’ordine del giorno tranne uno già cassato ieri dal Sindaco sul bilancio di previsione. Tutti i consiglieri dell’amministrazione hanno presentato come giustificativo un documento che è stato letto dalla Presidente Beccaria, nel quale il Sindaco, gli assessori e il gruppo, per così dire, di maggioranza, giustificano la loro assenza come protesta perchè continuamente – così affermano- “Sotto pesanti attacchi politici da parte della minoranza”. Assente il consigliere Giovale Alet (M5S) che non si è presentato perchè malato mentre Zurzolo perchè fuori regione.

Imbarazzante assenza dell’amministrazione

Il consiglio non si è potuto svolgere per mancanza del numero legale. Il capitolo di oggi riempie una pagina sull’agenda politica cittadina, fortemente imbarazzante e del tutto inedita nella quale, per la prima volta a livello locale, non è una minoranza a ritirarsi sull'”Aventino”, ma addirittura l’amministrazione. Giaveno ha vissuto il paradosso di un’amministrazione che convoca una riunione e poi non si presenta, forse consapevole di non avere più i numeri per amministrare? In una nota l’amministrazione spiega: “Come atto di protesta per i continui attacchi e le ripetute provocazioni da parte di alcuni esponenti dell’opposizione e delle denigrazioni e maldicenze da parte di chi per anni ha condiviso la nostra visione politica. Tale scelta vuole essere una presa di distanza da chi sta tentando di delegittimare politicamente l’operato del Sindaco, dell’Amministrazione e dei componenti del Gruppo Consiliare ‘Per Giacone’. Nonostante ciò, rimane ferma la nostra volontà di continuare ad espletare il nostro mandato con serietà e determinazione, in rispetto dei cittadini che con il loro voto hanno riposto fiducia nel nostro operato. Per responsabilità abbiamo chiesto di revocare un punto importante che è quello dell’assestamento di bilancio e della verifica della salvaguardia degli equilibri finanziari; sarà recuperato a breve, nei tempi previsti dalla legge”.