Crea sito

Giachino: “La TAV oltre a darci più lavoro e un futuro per i giovani allungherà e migliorerà la vita anche in Val di Susa Interessante presentazione del volume: "Scegli tu il tuo futuro"

Mino Giachino

SUSA – Durante la interessante presentazione del libro: Scegli tu il tuo futuro, che si è svolta all’Hotel Napoleon di Susa, l’ex Sottosegretario ai trasporti Bartolomeo Giachino, l’autore, ha illustrato come nella economia globale ogni Stato sia di fatto come una Società per Azioni in competizione con le economie degli altri Paese.

Caduti i muri ideologici ogni Paese compete nel mercato mondiale grazie alle proprie eccellenze, turistiche, manifatturiere e infrastrutturali. Nel mercato globale che sta crescendo a ritmi più che doppi rispetto alla nostra economia l’Italia è senz’altro prima per “appeal” turistico, storico e culturale ma non ha collegamenti aeroportuali, portuali, ferroviari adeguati e così riceve ogni anno 30-40 milioni di turisti internazionali meno che la Francia, così come nelle merci l’Italia potrebbe attrarre ai propri porti il 50% in più della merce aumentando quindi il lavoro nella logistica e nei trasporti.

Spiega Giachino: “Il mercato globale dopo i consumi interni è il più grande motore di crescita cui il nostro Paese deve assolutamente agganciarsi per creare nuovi posti di lavoro veri, per ridurre il Debito Pubblico e per manutenere tutte le opere pubbliche costruite negli anni ’50 e ’60. L’Italia che ha la quarta manifattura del mondo avrà un futuro importante se renderà più competitive le proprie produzioni per venderle non solo al Mercato europeo, che ha 400 milioni di consumatori, ma a tutto il mercato mondiale. Ecco perchè  deve assolutamente diminuire i costi della energia, dei trasporti e della burocrazia“.

60 mila morti all’anno per inquinamento

Secondo Giachino: “Il no alla TAV e il no al Terzo Valico impediscono alle produzioni del nostro Paese di essere vendute non solo nel mercato europeo ma in quello mondiale. I nostri genitori, che non hanno mai marciato contro il futuro, ci hanno dato il boom economico e il benessere.  Negli ultimi venti anni con i no ci siamo mangiati una parte del capitale e abbiamo un traffico su gomma al primo posto in Europa e siamo primi per inquinamento oltre ad avere un Debito Pubblico altissimo. Spostare il trasporto dalla strada alla rotaia oltre a diminuire l’inquinamento che uccide prematuramente ci consentirà di partirci al mercato Euro Asiatico un mercato da 2,5 miliardi di persone e con quasi il 50% del PIL mondiale“. Giachino ha ricordato il dato impressionante fornita dalla Fondazione Veronesi che conta 60 mila morti all’anno per inquinamento; i trasporti insieme al riscaldamento rappresentano oltre il 50% della causa di inquinamento .