Crea sito

Furti a Giaveno: “Hanno narcotizzato il cane e ci hanno rubato tutto in casa” I cittadini chiedono più controllo del territorio

GIAVENO – Un altro furto Giaveno, sempre in frazione Pontepietra, è descritto dalla proprietaria della casa che è stata svaligiata la scorsa settimana. L’antifurto è stato neutralizzato e il cane di guardia addormentato per poter cercare con comodità in tutta l’abitazione cosa portare via. La bestia è poi stata male per qualche giorno. “Hanno forzato la porta della cucina e sono entrati. Hanno aperto armadi, cassetti, messo in aria il bagno e tutta la cucina. L’alloggio al nostro arrivo a mezzanotte era indescrivibile, non ci è rimasto che chiamare i Carabinieri”.

Gioielli, contanti e alcuni oggetti di famiglia è il bottino dei ladri che hanno anche aperto gli album delle fotografie per cercare dei soldi. “Questo è l’aspetto più delicato del furto, il fatto che attraverso le fotografie sappiano chi siamo e possano riconoscerci. Hanno violato la nostra intimità, e magari possono ritornare“. L’angoscia che il furto si possa ripetere è una costante in tutte le persone derubate, motivo per il quale a gran voce a Giaveno si chiede più controllo. “Ad oggi la situazione in città non è cambiata, nessuno controllava prima, nessuno controlla adesso“.