Crea sito

(FOTO) Susa, con i soldi della TAV e il lavoro degli uffici regionali parte il restauro del Teatro Civico Firmato l'accordo tra Comune e Regione Piemonte: la TAV mette 3,9 milioni di Euro

Susa, il Teatro Civico

SUSA – Mentre si aspetta dal ministro Toninelli (M5S) l’esito dello studio sulla TAV e a Torino centinaia di sigle associative del mondo economico e imprenditoriale si organizzano per sostenere la prosecuzione dei lavori sulla linea Torino-Lione gli effetti dell’alta velocità danno i primi segni positivi nella città di Adelaide. Proprio nel cortile del Comune, dove tutti i giorni entra il sindaco NoTav Sandro Plano, verrà ristrutturato il Teatro Civico con i soldi della TAV.

Il lavoro della Regione per ristrutturare il Teatro Civico

Paradossi della politica e delle amministrazioni.  Nell’ambito delle opere e misure compensative previste dalla nuova linea Torino-Lione,  3 milioni e 900 mila euro verranno utilizzato per rimettere al mondo l’opera edilizia dell’architetto Otto Maraini che degli anni ‘30, sotto il Fascismo, progettò e diresse i lavori del Teatro che da anni versa in fatiscenti condizioni.  Su progetto del raggruppamento temporaneo di Professionisti Studio De Ferrari Architetti, rappresentato in qualità di capogruppo dall’Architetto Vittorio Iacomussi, non sarà il Comune a seguire gli appalti ma la Regione Piemonte.

E’ stato così formalizzato l’atto di accordo per definire i rapporti tra la Regione Piemonte e il Comune di Susa per quanto concerne la fase di realizzazione dei lavori, dalla disponibilità delle aree al collaudo dell’opera e consegna dell’opera al Comune di Susa. Insomma, il Comune grazie ai soldi della TAV e il lavoro della Regione tra  non molto potrà riavere il suo teatro.