Crea sito

Condove, chiesti 15 anni di carcere a Maurizio De Giulio che investì e uccise Elisa Ferrero Con il rito abbreviato avrà uno sconto della pena

Condove, la rotonda all'ingresso del paese

CONDOVE – Quindici anni e sei mesi di carcere è la condanna chiesta dal Pubblico Ministero milanese per Maurizio De Giulio, l’elettricista di 51 anni accusato di omicidio volontario. L’uomo, il 9 luglio dell’anno scorso, alla guida del suo furgone sulla strada statale di Condove,  inseguì e investitì una coppia di ragazzi in moto nella rotonda del Gravio all’ingresso del paese. Elisa Ferrero, 27 anni, morì sul colpo, mentre Matteo Penna, il ragazzo, fu ricoverato in ospedale  per diversi mesi.

Chiesta la condanna a 15 anni e sei mesi

L’imputato aveva chiesto e ottenuto dal giudice di Milano, di essere processato con il rito abbreviato, che consente lo sconto di un terzo della pena. Il procedimento è stato trasferito nel capoluogo lombardo dopo che la Procura ha sollevato la questione di incompatibilità in quanto un vice-procuratore onorario di Torino è un familiare della vittima. Questa mattina per De Giulio è stata quindi chiesta la condanna a 15 anni e sei mesi.