Crea sito

Il Comune di Condove fornisce le istruzioni ai cittadini in merito alla diffusione del tarlo asiatico Condove rientra nella "zona cuscinetto" intorno a Vaie che invece è "zona rossa"

CONDOVE – In questi giorni il Comune di Condove sta distribuendo ai cittadini le istruzioni in merito alle misure obbligatorie per contenere la diffusione del tarlo asiatico. A fine luglio 2018 l’insetto molto nocivo per le piante, ma innocuo per l’uomo e gli animali, è stato ritrovato a Vaie, identificata come “zona rossa“. Qui sono in corso gli abbattimenti da parte della Regione Piemonte con i suoi operai forestali, sia nelle aree pubbliche, sia private. Condove invece rientra nella cosiddetta “zona cuscinetto“, ovvero nel raggio di 2 km dal focolaio di Vaie, insieme a Sant’Antonino di Susa, Borgone Susa e Chiusa di San Michele.

Istruzioni per la gestione delle piante sensibili

Le piante sensibili (aceri, betulle, carpini, Cercidiphyllum, faggi, frassini, ippocastani, Koelreuteria, olmi, ontani, pioppi, platani, salici e tigli) possono essere tagliate, ma non possono essere spostate fuori dalla “zona cuscinetto” in nessun caso. Possono essere smaltite per uso proprio o conferite nell’apposita area di raccolta a Vaie di fronte alla fontana Penturetto. Questo obbligo deve essere comunicato ai propri manutentori del verde.

Istruzioni per tutte le altre specie di piante

Si possono tagliare, potare, conferire agli ecocentri o tenere il legname in casa per uso proprio.

Nella “zona cuscinetto” durante il periodo invernale saranno effettuati monitoraggi sulle piante sensibili da parte di ispettori fitosanitari della Regione Piemonte, anche nei giardini privati. Il personale incaricato avrà un tesserino di riconoscimento. Il Comune di Condove a questo proposito chiede la massima collaborazione per garantire il controllo del territorio comunale.